Il rettore: «Il post sessista
di Morisi fa danno all'ateneo»

Il rettore Nicola Sartor
Il rettore Nicola Sartor
Il rettore Nicola Sartor
Il rettore Nicola Sartor

VERONA. Dopo che il post di Luca Morisi, docente all'Università di Verona e spin doctor di Matteo Salvini in cui si ironizzava sull'accostamento tra il manifesto elettorale di Alessandra Moretti e la pubblicità di un night club, interviene anche il rettore Nicola Sartor.

«Accogliendo il sentimento di indignazione, espressomi da più parti, per il contenuto sessista del post pubblicato di recente da Luca Morisi su Facebook e ripreso dai media locali e nazionali, rilevo con dispiacere che tale comportamento reca danno alla reputazione dell’Università di Verona, violando il Codice Etico di Ateneo che ogni docente, anche se soltanto nel ruolo di professore a contratto, è tenuto a conoscere e rispettare», dichiarea il Magnifico.

«All’articolo 2 il Codice dispone, fra l’altro, che le persone che lavorano e studiano presso l’Università si impegnano a rispettare i valori legati alla dignità e alla promozione della persona», conclude il rettore senza però annunciare sanzioni o provvedimenti a carico del docente.