Dopo la manifestazione in Bra

Fumogeni a Castel San Pietro: «Solidarietà agli operai triestini contro la dittatura della sinistra cavial-totalitaria»

Castel San Pietro avvolto dai fumogeni
Castel San Pietro avvolto dai fumogeni
Castel San Pietro avvolto dai fumogeni
Castel San Pietro avvolto dai fumogeni

Castel San Pietro avvolto dal fumo di torce da stadio ieri attorno alle 23: l'azione è stata rivendicata sulla pagina «Il Mastino Verona IV», vicina all'estrema destra veronese.

«Da Verona un augurio di una calda nottata e un’altrettanto calda giornata domani agli operai di Trieste e a tutti coloro che in Italia stanno contestando questo governo di pupazzi. Contro la dittatura della sinistra cavial-totalitaria, contro i crumiri traditori dei sindacati, contro l’informazione schifosamente asservita, contro i ministri col feticcio dell’URSS e contro una forza pubblica incapace di risolvere qualsiasi problema di ordine pubblico ma precisa, cinica e brutale contro gli operai che difendono il loro lavoro. Per la libertà, per il lavoro, per il popolo», il testo della rivendicazione.

Poco prima c'era stata una una manifestazione in piazza Bra, sempre contro il Green pass e a sostegno della protesta dei no green pass e di una parte dei portuali triestini.

 

 

Per il movimento civico Traguardi queste «Sono immagini agghiaccianti quelle che arrivano da Castel San Pietro, ostaggio, ieri sera, di un protesta No Pass che ha avuto tutte le sembianze di una dimostrazione di potere e impunità, con un gruppo di persone che assalta un edificio o un luogo simbolo della città quasi a voler dimostrare “chi comanda”. Esigiamo una reazione ferma da parte di tutta la maggioranza e in particolar modo da quegli esponenti, sindaco compreso, che in questi giorni hanno fatto melina, evitando di prendere posizioni, per tener buona questa parte di elettorato esagitata e aggressiva»