CHIUDI
CHIUDI

31.03.2020

"Finora 136 decessi
in un mese, dato
peggiore in Veneto"

 

Il punto della situazione del 31 marzo. Il sindaco parte con una serie di appelli. Il primo riguarda la spesa al supermercato. "Gli appelli sono al buon senso delle persone", dice Sboarina. "Ci sono delle norme operative e devono essere rispettate. Chi non lo fa viene sanzionato. Ci sono però dei comportamenti che non sono sanzionabili ma non corrispondono al buon senso".

 

SPESA AL SUPERMERCATO. Tante segnalazioni di persone che si recano più volte al giorno a fare la spesa.  "E' permesso andare al supermercato, ma il buon senso ci dice che non dobbiamo andare tutti i giorni, ma una volta alla settimana. E non c'è bisogno di svuotare gli scaffali. Serve il buon senso. Le cassiere ci hanno segnalato che molte persone si recano quotidianamente a fare la spesa, non va bene".

 

I CANI. "E' permesso portare fuori il cane a fare i propri bisogni nel raggio di 200 metri dall'abitazione. Ma non è che bisogna  utilizzare il cane come scusa per uscire. Anche perché abbiamo notato che con la scusa del cane si formano anche gruppetti di persone ai giardini, non va bene. Il cane non è il lasciapassare per restare fuori. E i bisogni dei cani si raccolgono, con Amia abbiamo notato che strade e marciapiedi ne sono pieni. Non raccogliere i bisogni dei cani, tra l'altro, è sanzionabile""

 

MASCHERINE. "Bisogna uscire con la mascherina, indossarle per la salute nostra e degli altri, è una regola di buon senso. Verrà a breve terminata la distribuzione. Se qualcuno non avesse ricevuto quelle della Regione distribuite dal Comune, chiami pure lo 045 8052113 oppure scriva a protezione.civile@comune.verona.it

 

I VIVAI.  "Tema vivai e florovivaisti, un tema un po' equivoco. Perché possono restare aperti, lo prevede il decreto, ma dall'altra parte però acquistare una pianta non è una situazione di urgenza o necessità. E uscire per acquistare un fiore è sanzionabile.Lo so, è una contraddizione. Quindi, comprendendo benissimo la situazione di chi commercializza un prodotto che è di sua natura temporaneo,  e l'appello dunque  è che i vivaisti facciano consegne a domicilio. Permettendo così alla filiera di tenere botta ma di evitare a chi esce per acquistare i fiori di essere sanzionato".

 

CONTAGI. Più 49 rispetto a ieri sera. "Il dato assoluto è di 1936, mentre ieri era di 2000. Allora, perché il numero è sceso se ci sono 49 contagiati in più? Perché dal numero totale  adesso si tolgono le persone che sono uscite dal contagio. Tanto è vero che la denominazione è cambiata e si parla adesso di Attualmente positivi ".

 

I DECESSI. Poi la nota più buia. "Purtroppo la nostra provincia è quella che in Veneto ha più decessi, 136. Un dato che ci deve fare riflettere e che ci mette immensa tristezza. 136 morti in un mese, sono tanti e anche per questo ribadisco la necessità di usare il buon senso".

 

LE DONAZIONI. Gli assessori Segala, Zanotto e Polato si stanno occupando di tutte le donazioni che stanno arrivando al Comune. A tal proposito Sboarina ci tiene a ringraziare : "tutte le  persone, le aziende, che ci hanno donato e ci stanno donando  tanto materiale. Ci impegniamo a distribuirlo quotidianamente. Per fare fronte a tutto abbiamo rotto gli schemi per mettere in piedi una macchina organizzativa efficiente"

 

 

 

 

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie