La manifestazione di ieri sera

Fiaccolata in Bra
per i bimbi
di Bibbiano

La manifestazione di ieri sera
Fiaccolata per Bibbiano (Saglimbeni)

«Giù le mani dai bambini» recitava la bandiera sotto cui, ieri sera, in una Bra presidiata dalle Forze dell’Ordine, un centinaio di manifestanti del comitato spontaneo e apartitico PRO-Familia hanno sfilato in segno di solidarietà alle vittime dei fatti di Bibbiano (oggetto della nota inchiesta “Angeli e Demoni”) chiedendo verità e giustizia.

 

Chi munito di fiaccola elettrica, chi di una semplice candela, al raduno innanzi alla statua di equestre di Vittorio Emanuele II si sono avvicendati in tanti, dalle madri e padri veronesi che, accompagnati dai figli, hanno voluto far sentire la propria vicinanza piccoli del comune romagnolo illegittimamente sottratti alle rispettive famiglie, ad alcuni esponenti delle istituzioni locali e curiosi di passaggio.

 

In una nota del comitato promotore dell’evento ha fatto poi sapere che,  «presso il Comune di Verona, è stata depositata una mozione, che oltre a condannare i fatti avvenuti a Bibbiano, affinché non si ripetano anche a Verona, si chiede che i servizi sociali si presentino semestralmente in Commissione consigliare a relazionare sugli affidi e sulla tutela dei minori».

 

Tra le istanze pubblicamente sollevate in occasione della fiaccolata, inoltre, i rappresentanti di Pro-Familia hanno chiesto che «non cali il silenzio sulla vicenda», e che istituzioni e amministratori, anche centrali, continuino a «vigilare e monitorare per prevenire le distorsioni del sistema (degli affidamenti, ndr)».

Francesca Saglimbeni