CHIUDI
CHIUDI

02.10.2019

Estrema destra con
patrocinio e soldi
pubblici: è polemica

La locandina, Bacciga e Sboarina
La locandina, Bacciga e Sboarina

Nuove polemiche a Verona per un’iniziativa organizzata da associazioni di estrema destra, contestatea da associazioni femministe e antifasciste, ma anche da gran parte del centrosinistra veronese.

Il coordinamento femminista «Nonunadimeno» e « Verona 17 dicembre» hanno annunciato un presidio per venerdì al Circolo Ufficiali di Castelvecchio, dove è in programma un incontro dal titolo «Le bugie sull’immigrazione» organizzato dalle associazioni «Nomos-Terra e Identità» e «Dex», con il patrocinio del Comune di Verona e la sponsorizzazione della Serit, l'azienda per i servizi di igiene ambientale partecipata dal comune. Fra i moderatori il consigliere comunale Andrea Bacciga. Lo stesso sindaco Federico Sboarina sarà protagonista di un saluto istituzionale all'inizio della serata.

 

«Sboarina», commenta Federico Benini del Partito Democratico, «è ormai diventato ospite fisso agli appuntamenti di Nomos che inaugura senza vergogna. Chissà cosa pensano i Veronesi quando scoprono che quando pagano la tassa sui rifiuti, stanno anche finanziando degli eventi neofascisti.

Per Tommaso Ferrari di Traguardi, «l'amministrazione ha fatto coming out! Ormai non c'è nemmeno più quel minimo pudore che fino a qualche tempo fa portava la maggioranza a cercare di nascondere le proprie simpatie estremiste, a vendersi come moderata».

«Abbiamo perso il conto - sottolinea una nota di Verona 17 dicembre - delle iniziative di estrema destra sponsorizzate dalle nostre istituzioni. A gennaio abbiamo denunciato le medesime sponsorizzazioni per un concerto nazi-rock organizzato dalla stessa Nomos, presieduta da un ex candidato di Forza Nuova e sostenuta con convinzione dal consigliere comunale di Battiti, Andrea Bacciga, vicino anche all’area di Fortezza Europa, che lo segue in queste iniziative».

 

L’evento vedrà la presenza della casa editrice Altaforte, esclusa dal Salone del libro di Torino, e della casa editrice Ferrogallico.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1