CHIUDI
CHIUDI

26.11.2019

Don Corradi, abusi
su minori: condanna
a 42 anni di carcere

Condanna a 42 anni per don Nicola Corradi
Condanna a 42 anni per don Nicola Corradi

Condannato a 42 anni di carcere per abusi sessuali su bambini sordomuti. È la pesantissima pena inflitta ieri dai giudici del Tribunale penale collegiale di Mendoza, in Argentina, a don Nicola Corradi, prete veronese di 83 anni, ex responsabile dell’istituto Antonio Provolo di Luján de Cuyo, nella provincia di Mendoza, gestito dalla Compagnia di Maria per l’educazione dei sordomuti la cui Casa madre si trova nella nostra città. Ancora più severa è stata la sentenza, 45 anni di cella, per il suo confratello Horacio Corbacho, argentino, di 59 anni.

Un terzo imputato, l’ex giardiniere Armando Gómez, è stato invece condannato a 18 anni. I tre imputati erano chiamati a rispondere di 25 episodi, avvenuti tra il 2004 e il 2016, di abusi sessuali, corruzione di minori e maltrattamenti nei confronti di 18 bambini e bambine sordomuti, tra i 4 e i 17 anni di età, che erano ospitati nell’istituto di Mendoza, e sei di queste imputazioni erano a carico di don Corradi. Un quarto imputato, l’ex custode del collegio, Jorge Bordon, era già stato condannato a dieci anni di carcere nel giudizio celebrato con rito abbreviato l’anno scorso. Al prete veronese, arrestato a fine novembre del 2016, per l’età avanzata e i problemi di salute, erano stati concessi gli arresti domiciliari in casa di una coppia di amici e per evitare che si allontanasse gli era stato applicato il braccialetto elettronico. Gli altri due imputati sono invece rinchiusi nel carcere di Boulogne Sur Mer. 

Qui il video della sentenza pubblicato sul  Clarìn

L'Articolo completo su L'Arena oggi in edicola

 

Enrico Santi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie