IN RICORDO DEL RAGAZZO

Davide continua
a volare con la bici
donata all'Uici

Il tandem di Davide
Il tandem di Davide

"Davide continua a vola nel vento sulla sua bici che doniamo all'Unione ciechi e ipovedenti di Verona per dare gioia a chi come nostro figlio ama sentirsi ibero nella natura". Sono le parole che accompagnano il dono, un tandem, che i genitori di Davide Magosso, il ragazzo scomparso due anni fa il 10 luglio 2018 a vent'anni per malattia e di cui ricorre oggi l'anniversario, hanno fatto all'Unione ciechi e ipovedenti scaligera (Uici).

 

Non si tratta di un tandem qualsiasi ma proprio il suo bel tandem, con cui Davide amava pedalate insieme a chi lo accompagnava. Il Consiglio dell'Uici veronese è profondamente riconoscente alla famiglia di Davide per il grande gesto e ringrazia sentitamente. "Non si è mai spento il sorriso di Davide. La sua bici continuerà a dare nuove emozioni e applichiamo una targhetta sulla biblici col nome di Davide così i nostri soci che la utilizzeranno sapranno che si tratta di una biblici speciale", ha detto il presidente dell'Uici a nome dell'associazione che, tra le varie attività per i disabili della vista, prevede anche lo sport del tandem su cui salgono non vedenti e ipovedenti, con al timone un esperto accompagnatore che pilota il mezzo.

 

I genitori di Davide hanno saputo dell'attività su ruote dell'Unione attraverso un articolo su L'Arena.it in cui l'Unione ciechi e ipovedenti scaligera promuoveva una raccolta tappi di plastica da vendere per comprare un tandem. A neanche un'ora dall'uscita dell'articolo ci è giunta in redazione la telefonata dei genitori per annunciare in punta di piedi il dono e da lì i contatti con l'Unione e una grande discrezione.

Michela Pezzani
# Sposta il focus sul parent