Dopo la relazione ministeriale

Citrobacter, le mamme di Nina e Alice: «Ora vogliamo le dimissioni»

Dopo la relazione ministeriale
L’entrata dell’ospedale della donna e del bambino a Borgo Trento
L’entrata dell’ospedale della donna e del bambino a Borgo Trento

Le mamme di due bambini vittime del Citrobacter hanno protestato davanti all’Ospedale della Donna e del Bambino di Verona, chiedendo le dimissioni del commissario straordinario dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata, Francesco Cobello.

Leggi anche
Batterio killer, Zaia: «Relazioni complete, ora la partita è in mano alla Procura»

 

Francesca Frezza, mamma di Nina, la prima che denunciò gli effetti del «batterio killer», ed Elisa Bettini, mamma di Alice hanno tenuto un sit-in di protesta per ribadire la loro posizione dopo la pubblicazione della relazione degli ispettori inviati dal Ministero della Salute che ha evidenziato criticità nella gestione dell’emergenza e profondi ritardi nella chiusura del punto nascite.

 

Leggi anche
Abbuffata di ciliegie mentre Zaia parla del citrobacter, Salvini respinge le critiche