La tragedia di San Michele

Ciclista di 70 anni ucciso dal camion contromano

L’ultima cosa che ha visto è il muso del camioncino Iveco piombatogli addosso dove non si sarebbe mai aspettato di incontrare il suo appuntamento con il destino. Ha trovato così la morte Flavio Vaccari, 70 anni, pensionato, residente a Borgo Venezia e grande appassionato di escursioni in bici come testimonia la Pinarello appoggiata al guard rail.

A dare la drammatica notizia alla moglie e alla figlia è stato lo stesso comandante della polizia locale, Luigi Altamura, anch’egli accorso sul luogo dell’incidente per coordinare il lavoro degli agenti che hanno raccolto le testimonianze di quanti hanno assistito alla scena.

Quando i soccorritori del 118, allertati da alcuni automobilisti di passaggio, sono arrivati con l’automedica e un’ambulanza, per il settantenne non c’era ormai più niente da fare. L’impatto con il mezzo pesante non gli aveva lasciato scampo. Dopo i tentativi di rianimazione eseguiti sul posto non rimaneva che constatarne l’avvenuto decesso. Per ricostruire la dinamica di quanto è avvenuto ieri pomeriggio sono ora al lavoro gli agenti del Nucleo infortunistica della polizia locale che hanno compiuto i rilievi indispensabili a determinare la cause del sinistro. All’esame della polizia locale ci sarebbero anche le immagini registrate da un vicino impianto di videosorveglianza. Tuttavia la scena dell’incidente e i segni della frenata sull’asfalto, una scia lunga una quindicina di metri, non lascerebbero spazio a molti dubbi. Il conducente del camion, un veronese di 62 anni ora indagato per omicidio stradale - ad occuparsi del caso è la pm Valeria Ardito - proveniente dalla corsia opposta, avrebbe compiuto un’assurda svolta contromano, in senso vietato, centrando l’incolpevole ciclista sul lato del guidatore. Il camionista, così come prevede la legge, è stato sottoposto ad alcoltest per verificarne il grado di lucidità. Il tragico incidente stradale è avvenuto poco dopo le 15.30, in via Sasse, una lunga strada che attraversa le campagne di San Michele, lontana dal traffico cittadino e ideale per una sgambata sui pedali.

 

Incidente mortale in via Sasse (video Marchiori)

 

Il ciclista proveniva dalla località Castiglione e dopo aver attraversato una manciata di case stava completando il breve tratto in salita sul cavalcavia che attraversa l’autostrada A4 e la tangenziale Sud che corrono parallele. Un tragitto molto amato dagli appassionati che chissà quante volte, prima di ieri, il settantenne ciclista aveva già percorso. In quel punto la strada incontra un bivio, con la possibilità di continuare, tenendo la destra, sulla stessa via Sasse, al di là dell’attraversamento autostradale, che di lì a poche centinaia di metri lambisce il termovalorizzatore di Ca’ del Bue. Oppure di svoltare su via Pontara Sandri per continuare fino alla zona commerciale di San Martino Buon Albergo.

L’impatto è avvenuto sull’incrocio. Il corpo del ciclista è rimasto sulla propria corsia di marcia mentre il camion, che probabilmente è stato spostato di qualche metro dopo l’impatto, è stato trovato dalla polizia locale, sempre contromano, sulla corsia di svolta a sinistra. Quello di ieri è il primo incidente mortale dell’anno. Nel 2021 le vittime erano state nove..

Enrico Santi