In Arena il 6 e 7 ottobre

Campioni olimpici
del ghiaccio
premiati a Palazzo

Lo show in Arena venerdì e sabato
L'assessore Briani con i campioni del pattinaggio
L'assessore Briani con i campioni del pattinaggio

L’assessore alla Cultura Francesca Briani ha consegnato oggi una targa di riconoscimento ai campioni olimpici di pattinaggio che saranno protagonisti dello spettacolo Intimissimi On Ice 2017, in scena il 6 e 7 ottobre in Arena. A ricevere il premio il campione svizzero Stephane Lambiel, alla sua settima edizione di On Ice, lo "zar" russo Evgeni Plushenko, due volte campione olimpico e già tre volte protagonista dello show in Arena, la campionessa giapponese Shizuka Arakawa, unica asiatica ad aver vinto una medaglia d’oro alle Olimpiadi, pronta per la terza esibizione a Verona.

 

«Un omaggio a questi atleti, perché la loro arte contribuisce a rendere internazionale il palcoscenico dell’Arena – ha detto l’assessore Briani -. Verona è città di musica e spettacolo, ma è anche città che ama lo sport e le sue eccellenze. Questo show riesce a mettere insieme questi e più elementi, coniugando insieme musica, danza, sport ma anche moda e fashion events. Il risultato è uno show unico al mondo, capace di rinnovarsi ogni anno e destinato a crescere nelle edizioni future». 

 

Plushenko: «Ciò che rende unico questo show è innanzitutto l’Arena di Verona che racchiude da sempre un’atmosfera speciale e una scenografia mozzafiato. Poi grandi cantanti ed artisti, coro e orchestra, un cast di pattinatori di altissimo livello ed un’organizzazione impeccabile». Arakawa: «Sono molto curiosa e impaziente di pattinare all’Arena di Verona, che da secoli unisce storia, architettura e lirica. L’atmosfera è magica. È motivo di orgoglio per me potermi esibire nuovamente in Italia dopo la mia meravigliosa esperienza in due passate edizioni di Opera on Ice». Lambiel: «Sono molto fortunato a prendere parte a questo show ogni anno, sin dal 2011 con la prima edizione di Opera on Ice, e sono sempre felice di tornare a Verona. Amo lo show, la location, la musica, i costumi, è sempre un’esperienza meravigliosa. È come essere parte di una grande famiglia».

 

I giovani atleti erano accompagnati da Giulia Mancini, ideatrice del format originale dell’evento, che ha ringraziato la città di Verona e il Sindaco per il supporto allo show, «un’occasione unica per veicolare insieme i valori dello sport e della musica ed avvicinare i giovani».