Via Fincato

Campane a festa: tutti i frati sono guariti, il Barana riapre (ma ha bisogno di aiuto)

Il convento dei Barana (foto Perlini)
Il convento dei Barana (foto Perlini)

Fanno festa i religiosi del Convento dei Barana. Ora che sono tutti negativi al coronavirus e anche l'ultimo contagiato è rientrato dalla terapia intensiva possono riprendere le celebrazioni. Domenica prima delle nove suonerà la campane annunciando la messa della ripartenza, alle 11 la successiva.

Dopo 30 giorni di lockdown ripartono anche le confessioni e le messe dei giorni feriali. Tutto è annunciato sul cartello del cancello di via Colonnello Fincato che riaprirà per la mensa dei poveri dal 7 dicembre. L'8 invece le porte si schiuderanno allo storico presepe che ogni anno affascina centinaio di visitatori.

 

Leggi anche
Tutti i frati sono positivi, Barana chiuso: arrivano solo i ladri, ma fuggono a mani vuote

 

Il mese di stop ha svuotato però le cassette delle elemosine, e per far fronte alle spese della mensa dei poveri, delle docce, della nuova logistica non basta la solidarietà dei commercianti del quartiere e delle aziende alimentari veronesi.

In più c'è da riparare la finestra scassinata dai ladri la scorsa settimana, che dal convento però non hanno portato via nulla. Per chi volesse contribuite: Iban: IT67X0503411717000000000317, CODICE SWIFT: BAPPIT21134. Casuale 1: Servizio ai bisognosi; casuale 2: Necessità Convento.

Anna Perlini
# Sposta il focus sul parent