Bassa Veronese

Bullizza l'amico invalido per anni, poi lo risarcisce e patteggia la pena

.
Il tribunale di Verona
Il tribunale di Verona
Il tribunale di Verona
Il tribunale di Verona

M. ha bullizzato per anni il suo coetaneo «con un insufficienza mentale lieve», come riporta il capo d’imputazione, in un paese della Bassa veronese. Erano amici d’infanzia ma il ventiseienne non si è fatto problemi ad approfittarsi di quel giovane con problemi psichici, facendosi consegnare 2.500 euro tra danaro in contante e ricariche sulla sua carta Postepay in un paio di anni.

Ieri lo studente ha pagato il conto di quei mesi di soprusi, verificatisi tra il marzo del 2017 e il febbraio del 2019 anche se il rapporto tra i due era nato molto prima. M. doveva rispondere in tribunale di circonvenzione d’incapace.

 

Il giudice ha accolto il patteggiamento: 12 mesi e pena sospesa. Il giovane ha intrapreso un percorso terapeutico e la sua famiglia  ha risarcito la vittima.

 

La storia completa su L'Arena di oggi, in edicola e digitale

Giampaolo Chavan

Suggerimenti