CHIUDI
CHIUDI

18.04.2019

Bimba picchiata
a scuola, sospeso
il compagno di classe

Alunni di una scuola primaria in una foto d’archivio
Alunni di una scuola primaria in una foto d’archivio

La prima fase degli approfondimenti sul caso della bambina di 9 anni che è stata percossa in una scuola del Villafranchese da un compagno di classe si è conclusa con un giallo.

A quanto pare, infatti, la scuola avrebbe convocato in questi giorni, pare martedì, un consiglio di classe d'urgenza, il quale si sarebbe concluso con la decisione di infliggere due giorni di sospensione al ragazzino autore dell'aggressione.

Una scelta che non sarebbe molto in linea con le valutazioni che hanno espresso in questi giorni sia la psicologa Giuliana Guadagnini, che ha seguito il caso in quanto responsabile del Punto di ascolto per la prevenzione e il contrasto dei disagi dell'ambito veronese dell'Ufficio scolastico regionale, sia Luca Bernardo, il consulente del Ministro della Pubblica istruzione Marco Bussetti: il coordinatore del Gruppo per il bullismo e la prevenzione del Ministero si era fatto l'idea «che non c'è stato un atto di bullismo». D'altro canto anche la psicologa Guadagnini era stata della stessa opinione, sottolineando che «nel valutare i fatti bisogna tenere conto della situazione di fragilità di entrambi i bambini».

A quanto si sa la ragazzina sarà inserita in un'altra sezione, su richiesta della mamma. 

Luca Fiorin
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1
Elezioni-2019 Europee Amministrative
giro2019 giro2019

Sondaggio

Sboarina e Salvini vogliono chiudere i cannabis store legali. Siete d'accordo?
ok