CHIUDI
CHIUDI

13.11.2019

Badanti e lavoro
nero. Nei guai
una cooperativa

Un'anziana accompagnata da una badante
Un'anziana accompagnata da una badante

Una cooperativa che opera nel settore sociale, fornendo assistenti per le persone anziane e disabili sia a privati che a strutture, è finita nel mirino dei militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Verona. Ben 240 persone che risultavano dipendenti della stessa cooperativa, della quale non è stato divulgato il nome, erano infatti inquadrati come lavoratori autonomi o collaboratori e sette operavano completamente in nero. Questo sistema garantiva alla cooperativa operante in tutto il territorio provinciale, un notevole «risparmio» sul versamento dei contributi previdenziali.

Con gli accertamenti, eseguiti in collaborazione con personale ispettivo dell’Inps e dell’Inail, sono state contestate, per gli anni dal 2014 al 2016, irregolarità per oltre 830mila euro e il datore di lavoro è stato denunciato.

 

Un fenomeno diffuso nel territorio: nel corso del 2019 la Guardia di Finanza ha individuato 950 persone con contratti irregolari o in nero.

Enrico Santi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1