CHIUDI
CHIUDI

02.06.2020 Tags: Verona

Auto contro moto
Tre persone ferite,
due sono gravi

L’incidente è avvenuto all’incrocio fra strada Bresciana e via De Besi FOTO MARCHIORI
L’incidente è avvenuto all’incrocio fra strada Bresciana e via De Besi FOTO MARCHIORI

Un altro violento scontro tra un’auto e una moto sulle strade della città. Ed un altro motociclista rimasto ferito, e trasportato in gravi condizioni all’ospedale di Borgo Trento, dopo essere stato sbalzato dalla sella e scaraventato sull’asfalto. Oltre al centauro sono finiti al Pronto soccorso del Polo Confortini, sempre in codice rosso, anche la donna che viaggiava assieme a lui e il conducente della macchina.

 

È la sintesi del terribile impatto avvenuto nella tarda serata di ieri sulla strada Bresciana, all’incrocio con via Ludovico De Besi. Erano da poco passate le 22 quando in base ad una prima ricostruzione effettuata dalla polizia locale di Verona - intervenuta sul posto per i rilievi con il personale del 118 e i vigili del fuoco - si è verificato l’urto che ha paralizzato il traffico per oltre un’ora.

 

Un’Alfa Romeo Giulietta, con tre persone a bordo, era diretta verso Peschiera quando, giunta all’altezza del negozio Bimbo store, a circa un chilometro di distanza dal sottopasso, si è scontrata con una Harley Davidson su cui si trovava la coppia, che arrivava dalla direzione opposta.

 

L’impatto - dovuto secondo i primi riscontri ad una mancata precedenza - è stato inevitabile e la moto è piombata contro la fiancata della Giulietta per poi carambolare rovinosamente sull’asfalto. I due motociclisti e l’automobilista sono stati subito soccorsi da alcuni passanti e dagli altri occupanti della macchina in attesa dell’arrivo delle ambulanze che li hanno trasferiti in ospedale. In base ai primi accertamenti le loro condizioni non sembrerebbero comunque destare preoccupazione. Tuttavia, la prognosi resta ancora riservata.

 

I due conducenti sono stati sottoposti agli esami tossicologici che hanno dato esito negativo. La dinamica dell’incidente deve comunque essere ancora ricostruita con esattezza dagli uomini del comandante Luigi Altamura che hanno provveduto a regolare la circolazione, a quell’ora ancora abbastanza sostenuta, e a far rimuovere i veicoli incidentati. •

Stefano Nicoli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie