La polemica

Anche Barbarani contro il pollo fritto Kfc, blitz poetico nella notte

1
Barbarani poesia contro Kfc (Noro)

Blitz notturno in piazza Erbe, alla statua del cantore della veronesità, che questa mattina si è svegliato con una serie di rime in dialetto attraverso cui esprime la sua contrarietà circa l'apertura del fast food Kfc alle sue spalle, tra la piazza e l'imbocco con via Cappello, annunciata dalla stessa catena americana già presente in città in altri due punti: all'Adigeo e in corso Milano.

«I m'ha dito che dedrio i me mete el polo fritto, quel vestio a stele e strisce che un pocheto el me tradisce», si sfoga "el Berto", che prosegue: «Son rabià, fora de testa».

«Cari amici veronesi,  voria ancora respirar quel profumo de pearà che te parla de onestà», si chiudono i versi sul cartello appeso alla statua, firmati "A.G. per Berto Barbarani". 

L'apertura di questo nuovo fast food è prevista entro l'estate ma sta già facendo molto discutere. La levata di scudi è arrivata da Flavio Tosi e dal movimento Traguardi che contestano l'opportunità di aprire questo tipo di attività nel cuore pulsante della città antica.

 

Poesia affissa alla statua di Barbarani (Noro)
Poesia affissa alla statua di Barbarani (Noro)

 

Leggi anche
Il pollo fritto Kfc sbarca in piazza Erbe e scoppia la polemica

Ilaria Noro

Suggerimenti