CHIUDI
CHIUDI

26.04.2019

Allarme bomba sull'autobus, convalidato
l'arresto del cingalese

L'intervento dei carabinieri
L'intervento dei carabinieri

Resta in carcere il cittadino cingalese che l’altra sera a Verona ha seminato il panico a bordo di un autobus della linea 33 dicendo di avere una bomba. Per l’uomo, 47 anni, residente a Verona, in regola con il permesso di soggiorno, incensurato e in precedenza segnalato per episodi di ubriachezza, il Gip Cristina Carrara al termine dell’udienza al tribunale di Verona ha disposto la custodia cautelare in carcere. L’accusa nei suoi confronti è minaccia a pubblico ufficiale e procurato allarme.

 

«I Carabinieri - ha spiegato il comandante provinciale dell’Arma, colonnello Ettore Bramato - sono intervenuti in sette minuti con le pattuglie che hanno circondato il mezzo che era già stato bloccato dall’autista, il quale ha operato con sangue freddo e professionalità, aprendo subito le porte del mezzo e poi convincendo l’uomo a scendere». 
Il sindaco di Verona, Federico Sboarina, ha ribadito che «questo gesto di un esagitato non deve assolutamente minare il rapporto di convivenza con la comunità srilankese, pacifica e molto integrata, che con 8.500 membri è una delle più numerose della città. E l’arresto di questo esagitato - ha concluso - dimostra l’efficienza di un sistema di intervento sul fronte della gestione della sicurezza». 

 

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il Verona ha scelto Ivan Juric. Cosa ne pensi?
Ivan Juric
ok

Spettacoli

Sport

giro2019 giro2019