Un coro di voci bianche per Anna Due Comuni ricordano Costantini

Anna Costantini
Anna Costantini
Anna Costantini
Anna Costantini

Maria Soave ha festeggiato il secolo di vita andando ad aggiungersi al gruppetto di centenari residenti a Sorgà. Per la precisione, si tratta di un «club» di sole donne: due hanno già compiuto 100 anni, un’altra le raggiungerà tra pochi mesi, mentre la decana, Ester Segalotto di Bonferraro, ad ottobre spegnerà 105 candeline. Maria è nata a Cerea l'8 settembre 1921. Ultima di tre figli, è rimasta orfana di entrambi i genitori all'età di cinque anni. Nel 1938, a 17 anni, Maria, con la sua grande famiglia composta da zii e cugini, tutti agricoltori, si trasferì a Sorgà. Nel 1947 si sposò con Amadio Bellini e dal matrimonio sono nate Silvana, Sara e Milena. Quest’ultima morì a 53 anni, nello stesso anno in cui Maria rimase vedova. «La mamma», racconta la figlia Sara, «è sempre stata una donna semplice, buona e onesta». Per alcuni anni ha fatto la cuoca all’asilo parrocchiale, ma la maggior parte della sua vita lavorativa l’ha trascorsa nei campi alle dipendenze di un’azienda di Torre di Masino. A tale proposito, Sara racconta un episodio che mette in luce l’onestà della mamma: «Alla fine della settimana si recava nella corte agricola per ritirare la paga. Una volta, giunta a casa, si accorse che le avevano dato più soldi del dovuto e il mattino seguente ritornò a restituire l’eccedenza tra lo stupore e i ringraziamenti del suo datore». Purtroppo, nel 2015 è caduta e si è rotta un femore. Da allora Maria è costretta in carrozzina ma vive ancora da sola accudita ogni giorno dalle figlie Silvana, che abita nello stesso stabile in via Municipio Vecchio, e Sara, che risiede poco lontano. •. Li.Fo.

Francesco Scuderi

Suggerimenti