Troppi rifiuti abbandonati in paese Il Comune piazzerà la fototrappola

Il Comune di Villa Bartolomea alza l’asticella contro l’abbandono di rifiuti, vandalismi ed ogni altro atto illecito in paese. L’ente, infatti, ha apportato, di concerto con il comandante della polizia locale Enrico Salvadori, alcune modifiche al regolamento comunale per l’utilizzo degli impianti di videosorveglianza. Il provvedimento, approvato dal consiglio comunale, si è reso necessario in quanto la precedente versione, che risaliva al 2009, andava aggiornata e tarata in base alle nuove normative. Così facendo è stato possibile disciplinare l’uso di strumenti come le fototrappole – una delle quali è già stata acquistata - ed altre apparecchiature come le «Body Cam» che, posizionate sui giubbotti degli agenti in servizio, consentono di realizzare riprese temporanee utili ad identificare gli autori di atti contrari alla legge. «L’ignobile abbandono di rifiuti», ha sottolineato Luca Pradella, assessore all’Ecologia e all’Ambiente, «non si è fermato nemmeno durante il lockdown. Anzi, qualcuno ha addirittura approfittato di questo periodo per disseminare il territorio di ogni tipo di immondizia. L’utilizzo della fototrappola può essere perciò uno strumento in più contro questo fenomeno che, oltre a deturpare l’ambiente, comporta per il Comune ingenti spese per la raccolta e lo smaltimento dei materiali». L’assessore ha poi rimarcato che nel 2019, a Villa Bartolomea, la raccolta differenziata è cresciuta del 3,25 per cento grazie alla diminuzione di 83 tonnellate di frazione secca, balzando così al 77,52 per cento. •

E.P.