via libera al progetto atteso da 12 anni

Transpolesana, nuovo svincolo a Ca’ degli Oppi: l’Anas lo «regala» al Comune

Il raccordo da 1,5 milioni sostituirà quello attuale garantendo la sicurezza. Lavori al via già quest'anno, fine prevista entro dicembre 2024
Il rondò di Ca’ degli Oppi: il nuovo svincolo sbucherà in via Cadalora DIENNE
Il rondò di Ca’ degli Oppi: il nuovo svincolo sbucherà in via Cadalora DIENNE
Il rondò di Ca’ degli Oppi: il nuovo svincolo sbucherà in via Cadalora DIENNE
Il rondò di Ca’ degli Oppi: il nuovo svincolo sbucherà in via Cadalora DIENNE

L'Anas ha deciso di finanziare per intero il nuovo svincolo, sia in entrata che in uscita, alla statale 434 di Ca' degli Oppi. Per effetto di tale decisione, quando sarà aperto, verrà chiuso l'attuale svincolo situato vicino al cimitero della frazione, che afferisce a via Cadalora. Il consiglio comunale, con voti unanimi, ha dato il proprio benestare al progetto di fattibilità tecnica ed economica e pure alla conformità urbanistica, che ha valore di variante al Piano degli interventi, presentato in municipio ad Oppeano dall'Anas.

Un'opera infrastrutturale che costerà 1,5 milioni di euro, coperti interamente da Anas, ente gestore della Transpolesana.

Il nuovo innesto

Un nuovo innesto alla 434 era stato richiesto dal Comune ancora nel 2011, ben 12 anni fa. «L'iter era stato avviato all’epoca», ha spiegato il consigliere Alessandro Montagnoli, «ma poi ha subito dei rallentamenti. Ora è stato concluso dall'ingegner Giuseppe Militello, capo del centro Anas spa, che ringraziamo per aver fatto propria la nostra istanza, inserendo l'opera nella programmazione della società. Sebbene ci sia voluto un bel po' di tempo, finalmente andiamo ad aggiungere un tassello fondamentale alla viabilità del territorio, perchè con questo innesto alla Transpolesana metteremo in sicurezza un incrocio pericoloso, di difficile percorrenza, che è stato anche teatro di incidenti mortali».

In un primo momento, Anas aveva stanziato per quest’opera 1,3 milioni di euro, onere che è balzato a 1,5 milioni a seguito dei recenti rincari dei materiali di costruzione.

Il nuovo svincolo e il rondò ad anello

Sorgerà di fronte a quello esistente, sul lato opposto, quello sud, della strada rispetto al cimitero cadioppino, a circa 250 metri dal cavalcavia della superstrada.

Per le due corsie di immissione ed uscita sarà fondamentale il collegamento alla nuova rotatoria in corrispondenza del cimitero di Ca' degli Oppi. Un rondò realizzato di recente dal Comune di Oppeano e cofinanziato per un costo di circa 450mila euro da ente locale (circa 110mila euro), da Anas che ha stanziato 120mila euro e per i restanti 220mila euro dalla Provincia.

I veicoli si immetteranno sul nuovo rondò ad anello, sia per entrare in 434 sia per uscire dalla statale e poi sbucare su via Cadalora. «I lavori inizieranno già quest'anno», ha assicurato Montagnoli, «perchè Anas ha già inviato il progetto a Roma e sta attendendo il parere del ministero delle Infrastrutture e dei trasporti. L'acquisizione dei pareri di tutti gli enti, compreso il nostro, è indispensabile per far partire gli espropri dei terreni, dove costruire lo svincolo».

I lavori potrebbero dunque concludersi entro la fine del 2024. «Non si tratta del progetto originario che aveva predisposto il Comune più di 10 anni fa», ha precisato il vicesindaco con delega all'Urbanistica e Lavori pubblici Valerio Peruzzi, «in quanto è stato rivisto ed aggiornato. Le caratteristiche tecniche e di sicurezza delle corsie di immissione e di uscita, infatti, rispondono alle attuali norme in materia».

Una volta concluso l’intervento, lo svincolo attuale verrà dismesso. L'amministrazione è intenzionata a chiedere ad Anas di cedere poi al Comune il sedime del vecchio accesso e poi di convincere la Provincia anche di poter acquisire al demanio comunale l'area di pertinenza dello svincolo attuale».

Leggi anche
Chiuso lo svincolo di Ca’ degli Oppi per manutenzioni

Zeno Martini