CHIUDI
CHIUDI

10.01.2020

Tragico frontale,
giovane ancora grave
Guidava ubriaco

Sta ancora lottando per la vita in un letto della Terapia intensiva dell’ospedale di Borgo Trento, a Verona, dove venne ricoverato in gravissime condizioni quattro settimane fa.

Lui fu l’unico sopravvissuto del devastante scontro frontale avvenuto a Veronella, lo scorso 14 dicembre, tra la sua auto e l’utilitaria su cui viaggiavano madre e figlia, Roxana Iordache, 28 anni, e Elena Grigore, di 52 morte entrambe sul colpo.

Mentre con il passare dei giorni si rafforzano le speranze che il ragazzo possa riprendersi, su Nicola Grima, 22enne nativo di Albaredo e residente a San Gregorio di Veronella, è piombata intanto un’altra tegola giudiziaria: è stato infatti denunciato per guida in stato di ebbrezza. 

 

Gli accertamenti hanno infatti evidenziato un tasso alcolemico di 1,34 grammi per litro, vale a dire quasi tre volte superiore al limite di 0,5 fissato dalla normativa in materia. 

Stefano Nicoli
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Qual è secondo voi la Grande opera più urgente per la città e che vorreste vedere realizzata per prima?
ok

Necrologie