I fatti avvenuti a Rovigo

Tenta di sedare una lite e viene accoltellato: muore un 30enne residente nel Veronese

Carabinieri
Carabinieri
Carabinieri
Carabinieri

Un cittadino marocchino di 30 anni, residente a Oppeano (Verona), è morto, per una coltellata che gli ha reciso l’arteria femorale mentre stava cercando di sedare una lite tra altri due immigrati. L’episodio è avvenuto nella notte in un casale nelle campagne di Lendinara (Rovigo).

Nello stabile - secondo le prime indicazioni - abitano cittadini stranieri in gran parte occupati come braccianti agricoli. L’uomo che ha accoltellato a morte la vittima è fuggito ed è ricercato dai carabinieri. Un’altra persona è rimasta ferita, in maniera non preoccupante.

La lite - secondo quanto ricostruito dai militari - sarebbe scoppiata intorno alle 3 nell’abitazione, di proprietà di un marocchino di 50 anni. Dalle testimonianze raccolte da altri tre marocchini in quel momento presenti all’interno dell’edificio, il responsabile dell’accoltellamento, un 31enne, lo avrebbe colpito con un coltello da cucina e si sarebbe dato alla fuga a piedi. Il ferito, che è stato colpito alla coscia sinistra, è stato medicato all’ospedale civile di Trecenta (Rovigo), e quindi dimesso con una prognosi di otto giorni.