A San Pietro di Morubio

In Transpolesana a 208 km/h, l'autovelox lo inchioda

La polizia locale  appostata con il telelaser sulla Transpolesana
La polizia locale appostata con il telelaser sulla Transpolesana

La Transpolesana come un circuito di Formula 1. Lo sa bene lo spericolato conducente che è stato «pizzicato» sabato scorso dalla polizia locale del distretto Media Pianura Veronese a sfrecciare ai 208 chilometri orari, al volante di una rombante Ferrari nera 488, all’altezza di San Pietro di Morubio. In barba ad un limite in vigore di 90 km all’ora, vale a dire 118 km in meno della velocità rilevata.

Tuttavia, l’emulo di Leclerc e Vettel non ha fatto i conti con gli uomini del comandante Marco Cacciolari. Ed ora dovrà mettere mano al portafoglio visto che la corsa da brividi gli costerà molto salata. Senza contare che dovrà anche rinunciare alla patente fino ad un anno.

 

La super car risulta intestata ad un’immobiliare con sede nella Bassa. Il proprietario, pertanto, riceverà ora una doppia intimazione dal comando di Bovolone. E dovrà segnalare i dati del conducente sia per la decurtazione di 10 punti che per la sospensione della patente da sei a 12 mesi. In caso contrario, alla sanzione prevista dall’articolo 142 per chi supera di oltre 60 km orari il limite in vigore - si va da un minimo di 847 ad un massimo di 3.389 euro - dovrà aggiungerne altri 292 per omessa comunicazione alla polizia locale dell’identità del trasgressore. •

 

L'articolo completo sul giornale in edicola

Stefano Nicoli
# Sposta il focus sul parent