Scampagnata in mezzo al verde Quattro amici segnalati in Procura

Si godevano il sole primaverile con un picnic nel parco, incuranti dell'emergenza sanitaria in corso causata dal dilagare del Coronavirus e delle restrizioni adottate dal Governo. Per questo, quattro persone sono state denunciate dalla polizia locale di Cerea per violazione dell’articolo 650 del codice penale che prevede la detenzione fino a tre mesi o un’ammenda fino a 206 euro per chi non osserva un provvedimento imposto dall'autorità».

La scampagnata fuori porta dei quattro cittadini italiani, tutti residenti a Cerea e fermati in un’area verde del quartiere Villaggio Trieste, che precede l’ingresso nel capoluogo, è una palese violazione del Decreto firmato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Agli agenti, i quattro hanno addotto scuse banali per cui la segnalazione alla Procura è stata inevitabile. Un altro caso ha riguardato invece un cittadino pakistano che si trovava seduto su una panchina del centro senza alcun valido motivo. Anche in questo caso, gli uomini agenti del comandante Giorgio Bissoli si sono trovati di fronte ad una palese violazione per cui è scattata la quinta denuncia. Tutto ciò a seguito degli 80 controlli svolti dai vigili tra privati e aziende. «Ringrazio polizia locale e Carabinieri per il costante monitoraggio del territorio», afferma il sindaco Marco Franzoni, «la gran parte dei ceretani ha compreso l’importanza di rispettare le regole». Intanto a Cerea la situazione si è aggravata: in base all’ultimo report i residenti positivi al Covid-19 sono saliti a nove. •

Francesco Scueri

Suggerimenti