Legnago

Rompe con la testa i vetri della stazione e tira calci ai poliziotti

.
La stazione ferroviaria di Legnago
La stazione ferroviaria di Legnago

La polizia ferroviaria di Legnago è intervenuta su segnalazione di un viaggiatore, perché un giovane marocchino di 26 anni aveva appena infranto con la testa i vetri della stazione. Il giovane ha cercato di fuggire, è andato in escandescenza tirando calci nei confronti dei due agenti, che sono riusciti a fermarlo senza riportare lesioni o ferite, e a portarlo negli uffici.

 

L’uomo è stato soccorso dal personale del 118 e trasferito al locale Pronto Soccorso dove è stato medicato e tranquillizzato. Nella notte è stato trasferito a Verona, negli uffici di Polizia, in accordo con il Pubblico Ministero di turno, per essere identificato. Dagli accertamenti è emerso che era entrato in Italia illegalmente lo scorso anno ed era rimasto, fino a questo momento, in clandestinità, per cui è stato denunciato a piede libero, oltre che per resistenza a Pubblico Ufficiale e per danneggiamento aggravato, anche per il suo soggiorno illegale.

 

Lo straniero, attraverso l’Ufficio Immigrazione della Questura, è stato espulso con invito a lasciare il territorio. E’ stato anche sanzionato per ubriachezza in luogo pubblico ed è stato sottoposto alla misura dell’allontanamento dalla stazione ferroviaria di Legnago.