Ripartono le lezioni dell’università Previsti due trimestri

Francesca Rigo
Francesca Rigo
Francesca Rigo
Francesca Rigo

Per l’università del tempo libero (Utl) di Villa Bartolomea, sospesa a causa della pandemia alla fine di ottobre 2020, è arrivato il momento di ripartire. L’inaugurazione del primo trimestre dell’anno accademico 2021-’22 si terrà oggi, alle 15, al centro Romano. Restano inalterati sia il giorno e l’orario delle lezioni (il lunedì, dalle 15 alle 16.30), sia la suddivisione in due trimestri. Il primo ciclo, in programma fino al 20 dicembre, prevede 10 incontri. Per quanto riguarda le tematiche si va dalle tradizioni popolari alla letteratura, dalla storia locale all’alimentazione e al benessere, fino alla religione. «Lo scorso anno», spiega Francesca Rigo, assessore alla Cultura, «siamo stati costretti ad interrompere il ciclo dopo la terza lezione. In accordo con il rettore Luigi Manfrin abbiamo quindi deciso di recuperare alcune conferenze integrandole con un buon numero di nuove proposte. Allo stesso tempo si è deciso di non far pagare le quote a chi le aveva già sottoscritte nel 2020». Oltre che da Rigo, l’anno accademico sarà aperto dal rettore Manfrin e dal sindaco Andrea Tuzza. Per le iscrizioni, è possibile ottenere una tessera valida per entrambi i trimestri, al costo di 20 euro; una per il primo, con 10 euro, o una per il secondo, da 15 euro. Per assistere alla singola lezione si spenderanno invece due euro. La lezione inaugurale sarà affidata al cantastorie Otello Perazzoli che tratterà «La vita ai tempi del filò». •. E.P.