Riaprono i campi da tennis danneggiati dal maltempo Erano collassati i teloni

La copertura di uno dei campi collassata a causa del maltempo
La copertura di uno dei campi collassata a causa del maltempo

A partire da oggi si torna a giocare sui campi da tennis coperti di Bovolone dopo una pausa forzata causata dai danni causati dal maltempo. Le forti precipitazioni, e in particolare le bombe d’acqua cadute durante le festività natalizie, avevano fatto collassare tre coperture su quattro dei campi da tennis in terra battuta degli impianti sportivi situati di Bellevere. Si tratta di pressostrutture tenute in piedi grazie all’aria forzata da un compressore. Il forte vento e il peso dell’acqua piovana avevano lacerato il telo di copertura. Il terreno da gioco si era talmente imbevuto d’acqua da impedire alla pallina di rimbalzare. Dopo i lavori ultimati mercoledì scorso, due campi sono tornati praticabili mentre un terzo tornerà a disposizione solo con la bella stagione. C’è infine un quarto campo che si è salvato dalla furia devastatrice del maltempo. Non era mai capitato prima d’ora che la pioggia facesse cadere i teloni di copertura. Nei primi giorni di gennaio, a meno di 10 anni dall’inaugurazione del nuovo circolo tennistico bovolonese, i responsabili dell'Associazione Nuovo Tennis Bovolone hanno dovuto così correre ai ripari commissionando una serie di interventi urgenti per poter riprendere a giocare. Le imprese specializzate hanno dovuto riparare le falle dei teloni strappati dal vento ed asciugare il terreno intriso d’acqua utilizzando un apposito materiale assorbente. Bar, spogliatoi e palestra del circolo sono rimasti comunque chiusi a causa lockdown. Alcuni tennisti hanno utilizzato l’unico campo risparmiato dal maltempo arrivando già pronti per giocare per poi tornare a casa terminata la partita. La Giunta del sindaco Emilietto Mirandola ha erogato un contributo di 7mila euro per gli interventi di manutenzione straordinaria dei campi. Soldi che serviranno a rmborsare anche le fatture per un totale di 5.242 euro anticipate dall’associazione. Il preventivo di spesa per ripristinare i campi ammonta a 10.549 euro. La riparazione di uno dei teloni rovinati è stata tuttavia rimandata per mancanza di fondi. Con la bella stagione, e comunque una volta volta usciti dall’emergenza Covid, si potrà tornare a frequentare il circolo del tennis. I locali sono stati ricavati ristrutturando la vecchia palazzina dismessa del custode degli impianti sportivi e dei vecchi spogliatoi del calcio. Al primo piano è stata ricavata anche una piccola palestra adibita agli allenamenti indoor nella brutta stagione. Dopo il rinnovo del circolo, il Nuovo Tennis Bovolone è rinato a seconda vita ed è cresciuto sia come iscritti che per organizzazione e iniziative prima di subire la forte battuta di arresto a causa del Covid, che ha congelato tutto a marzo.

Roberto Massagrande