CHIUDI
CHIUDI

26.03.2019 Tags: Oppeano

Raddoppia il depuratore di Finiletto

Il depuratore di Oppeano verrà raddoppiato
Il depuratore di Oppeano verrà raddoppiato

È stato approvato dall'Ato Veronese il progetto per ottimizzare il depuratore di Oppeano, che si trova in località Feniletto. L’impianto sarà così più efficiente e l'acqua che uscirà dallo stesso, dopo la depurazione, sarà più pulita. Inoltre verrà adeguato al numero di utenze, civili e produttive, attualmente allacciate. Il Comitato istituzionale del Consiglio di Bacino Veronese (Ato) ha dato infatti il via libera agli interventi di adeguamento funzionale del depuratore, che serve le attività produttive e i residenti di Vallese e di una parte di Ca' degli Oppi. Il progetto, di importo pari a 250mila euro, prevede il potenziamento del comparto di ossidazione, mediante nuovi soffianti e la sostituzione dei piattelli di diffusione dell'aria con sistema Aquastrip, attrezzato con biomassa. Intervento, quest'ultimo, già realizzato da Acque Veronesi, al fine di aumentare la capacità di trattamento del comparto biologico, evitando altri manufatti. Il progetto prevede ora il potenziamento della linea fanghi, attraverso la sostituzione della nastropressa esistente con una macchina di disidratazione dei fanghi di tipo centrifuga e la componentistica annessa, che sarà in grado di trattare una maggiore portata di estrazione di fango di supero, al fine di ridurne le concentrazioni nella vasca di ossidazione. Praticamente, a conclusione dei lavori, dagli attuali 4mila utenti, il depuratore del Feniletto potrà trattare i reflui di 8mila utenti. «Infatti l'attuale depuratore è insufficiente per depurare i reflui fognari dei centri abitati e delle zone industriali allacciati», spiega il sindaco Pierluigi Giaretta. «Ora», prosegue, «l’impianto verrà raddoppiato. Ma preliminarmente a questo intervento, il Consorzio di bonifica veronese poserà una nuova condotta fognaria e un nuovo collettore per le acque bianche, che in futuro potranno servire anche il nuovo depuratore cittadino. Il depuratore verrà costruito in futuro nell'area dell'ex isola ecologica, sempre all'altezza del Feniletto». «I lavori di scavo per la posa delle condotte da parte del consorzio sono imminenti», annuncia Giaretta. Le opere per raddoppiare il depuratore rientrano negli obiettivi del Piano d’ambito e rappresentano un primo stralcio dell’intervento più generale per la sistemazione del sistema di depurazione di Oppeano al Feniletto e del potenziamento del depuratore di Casotton, con il collegamento dello stesso al Comune di Palù: triplice intervento che comporta una spesa complessiva di sette milioni di euro. La depurazione delle acque in entrata (dei reflui) prevede diversi passaggi. Grazie a questo intervento il depuratore del Feniletto sarà più efficiente nella fase di trattamento dei fanghi, per avere poi, nella fase finale, un’acqua in uscita più pulita dell'attuale. Il malfunzionamento del depuratore, infatti, ha causato più volte fuoriuscite di fanghi negli scoli della zona. L'intervento sarà eseguito da Acque Veronesi: l'apertura del cantiere è prevista entro la fine del 2019. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Zeno Martini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie