Operaio resta schiacciato da macchina per il tabacco

L’azienda in cui si è verificato l’infortunio DIENNEFOTO
L’azienda in cui si è verificato l’infortunio DIENNEFOTO

Si allunga la lista degli infortuni sul lavoro in agricoltura che detengono il primato rispetto ad altri settori. L’ultimo incidente è accaduto ieri, intorno alle 10.30, al civico 19/B di via San Giovanni, a Concamarise, all’interno dell’azienda agricola «Emmeti srl» dedita alla coltivazione ed essiccazione del tabacco, una coltura assai diffusa in questa parte di Bassa veronese. A quell’ora, F.E.H., un operaio 49enne di origine marocchina, residente nella zona, stava svolgendo il suo lavoro come ogni giorno con l’ausilio di una macchina che provvede al confezionamento delle foglie di tabacco. All’improvviso, per cause ancora in corso di accertamento, l’uomo è rimasto schiacciato dal macchinario. Tutto è accaduto velocemente, in pochi minuti, che sono però bastati a causare al 49enne un violento trauma toracico-addominale. Sul posto sono giunti i tecnici del Servizio di prevenzione, igiene e sicurezza negli ambienti di lavoro (Spisal) dell’Ulss 9 Scaligera con i carabinieri della stazione di Sanguinetto. Tempestivo anche l’intervento del 118 con automedica e ambulanza. Nel frattempo è atterrato sul posto l’elisoccorso di Verona Emergenza, che ha trasferito l’operaio ferito all’ospedale di Borgo Trento. La prognosi resta riservata, in attesa della conclusione degli accertamenti medici a cui è stato sottoposto, ma il 49enne, rimasto sempre cosciente, non sembra correre pericolo di vita. Una volta terminate le frenetiche operazioni di soccorso, sotto gli occhi preoccupati dei titolari dell’azienda, i tecnici dello Spisal hanno proseguito fino a quasi le 14 i rilievi per ricostruire l’esatta dinamica dell’infortunio ed eventuali responsabilità.

L.M.