Parla l'amica di una delle vittime

«Non fate uscire Stevanin, deve pagare per quei delitti»

Terrazzo, via Brazzetto: è il 1994 quando viene ritrovato il cadavere di Biljana Pavlovic, 25 anni
Terrazzo, via Brazzetto: è il 1994 quando viene ritrovato il cadavere di Biljana Pavlovic, 25 anni

 

«Non importa se Gianfranco Stevanin è cambiato. Lui deve restare in carcere per pagare il suo debito per quello che ha fatto in passato. Ascoltare la sua richiesta di essere rimesso in libertà è stato allucinante. Lui ha ucciso una mia amica, Biljana. E lei era innamorata di lui. Lei credeva davvero di aver trovato un Principe azzurro. E invece lui le ha mentito fin dall’inizio. A Biljana aveva detto che faceva il medico. Lei era una cameriera, credeva finalmente che la sua vita cambiasse. E lui invece l’ha uccisa, senza pietà. Ed ora dice che vuole trovare affetto fuori? No, lui deve restare in carcere, così come recita la sentenza. Tutta la vita, mai fine pena. Lui deve pagare per quello che ha fatto. Non interessa a nessuno cosa vuole fare adesso».

 

Gordana, l’amica di Biljana, si è messa in contatto con L’Arena, che ha sempre seguito, una tappa dopo l’altra la vicenda di Stevanin. Sono passati 26 anni, oggi è tutto più semplice, telefonini, internet, social. «Quando Bjliana è sparita, io non sapevo dove cercarla - continua -. Per un periodo lei aveva vissuto con me a Treviso, poi era andata a lavorare a Rosolina mare e aveva affittato un appartamentino. Qualche volta ci eravamo incontrate, mi aveva parlato di questo suo nuovo fidanzato che faceva il medico. Lei era felice, credeva che si sarebbero sposati. Quell’uomo è crudele, senza pietà, ha ucciso una ragazza cui era sentimentalmente legato».

 

L'articolo completo su L'Arena in edicola

 

Il corpo di Biljana venne ritrovato nel 1995 nei pressi del casolare di via Brazzetto a Terrazzo, la casa disabitata degli Stevanin. A mettere gli inquirenti sulla buona strada fu un cugino di Stevanin che incaricato di andare ad arare i campi, si accorse che l’aratro aveva dissotterrato e ributtato sotto terra un grosso fagotto che poteva essere un corpo.

 

Alessandra Vaccari
# Sposta il focus sul parent