CHIUDI
CHIUDI

19.09.2019

Via al cantiere per ampliare fognature e acquedotto

Flavio Pasini
Flavio Pasini

Proseguono gli interventi di Acque Veronesi per migliorare la rete fognaria e l’acquedotto di Nogara. Sono infatti in fase di realizzazione in paese i lavori per la posa della rete fognaria in via Aralonga dove risiedono decine di famiglie, che attualmente scaricano le acque reflue ancora in aperta campagna. Le nuove fognature consentiranno quindi di eliminare la situazione attuale con scarichi fognari nei fossati, con la possibilità di convogliare invece tutte le acqua reflue nel depuratore comunale di via Valle. Un intervento, quello di via Aralonga, che era atteso da decenni e che gli abitanti continuavano a sollecitare anche perché in occasione di forti temporali le acque reflue si riversano in strada, negli scantinati e persino all’interno delle abitazioni. «Stiamo mettendo inoltre a punto il progetto per sistemare le fognature anche in via Casotti», spiega il sindaco Flavio Pasini, «mentre per l’acquedotto si interverrà in via Amicis, via Marconi, via San Francesco, via Gramsci, via degli Alpini, via Repubblica, via Molino, via Greppa, via Papa Giovanni, via Ferrarini e via Sterzi». Nei prossimi mesi, quindi, i residenti nelle strade in questione saranno invitati a chiedere l’allacciamento alla rete idrica dell’acquedotto. Ponendo quindi fine all’utilizzo di pozzi privati, che per la maggior parte dei casi sono inquinati dall’arsenico presente nel sottosuolo. «Per quanto concerne l’acquedotto, l’intervento più importante inserito nel piano 2020-2023 di Acque Veronesi riguarda proprio Nogara», precisa il presidente della società Roberto Mantovanelli. «Il primo stralcio da circa tre milioni e mezzo è già stato avviato, mentre il secondo, più corposo, sarà inserito nel nuovo piano degli interventi e ci consentirà di portare acqua ai Comuni di Nogara e Gazzo, con un sensibile miglioramento delle condizioni sanitarie perché purtroppo sappiamo che parliamo di zone che presentano nella falda inquinanti naturali». Il potenziamento previsto del pozzo di Erbè consentirà di portare l’acqua potabile anche a Gazzo, unico Comune veronese, assieme a Nogara, dove l’acquedotto non è presente.

RI.MI.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1