CHIUDI
CHIUDI

20.07.2019

Niente ospedale
Isacco va di fretta
e nasce in merceria

Il piccolo Isacco in braccio ai genitori (foto Dienne)
Il piccolo Isacco in braccio ai genitori (foto Dienne)

 Isacco aveva una voglia immensa di esplorare il mondo e di conoscere la sua mamma a tal punto da non consentirle nemmeno di arrivare in ospedale decidendo di nascere in casa.

Martedì sera Alice Martini, 28 anni di Sanguinetto, già madre di due bambini, ha avuto le prime avvisaglie del parto imminente e si è preparata assieme al marito Marco Adami, 30 anni, per andare all’ospedale Mater Salutis di Legnago. Nel giro di pochissimi minuti, però, le contrazioni si sono fatte talmente forti da indurre la futura mamma a far nascere il piccolo nel bagno del negozio della merceria che gestisce con la mamma e che si trova sotto l’appartamento dove vive.

«Il bambino è nato con l’aiuto di mio marito e di mia mamma. Eravamo al telefono con la mia ostetrica che ci stava raggiungendo a casa per aiutarci e nel frattempo era in arrivo anche l’ambulanza del 118, ma Isacco aveva fretta, tanta fretta e quando sono arrivati tutti lui era già appoggiato sul mio petto che piangeva».  Erano almeno quarant’anni che a Sanguinetto non nasceva un bambino in casa.

Riccardo Mirandola
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1