CHIUDI
CHIUDI

01.11.2019

Morì in casa,
indagati tre medici
che lo visitarono

Una radiografia ai polmoni
Una radiografia ai polmoni

Sarà l’autopsia, eseguita con le forme dell’incidente probatorio, a stabilire non solo le cause del decesso di un uomo di 64 anni trovato privo di vita nella sua casa, in un comune del Basso Veronese, lunedì mattina ma anche e soprattutto se è ipotizzabile una responsabilità colposa dei medici che lo ebbero in cura nei giorni precedenti.

 

 

Sono indagati un medico di base, un radiologo e un medico del Pronto Soccorso di una struttura sanitaria della Bassa, che tra il 24 e il 27 ottobre visitarono il signor B.B. perché da qualche giorno aveva la febbre e non respirava bene. Gli furono fatte delle lastre e prescritti degli antibiotici per un principio di broncopolmonite, poi l'uomo tornò a casa. Quando il lunedì successivo non si è presentato al lavoro è scattato l'allarme.

 

 

Fabiana Marcolini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1