CHIUDI
CHIUDI

17.09.2019 Tags: Concamarise

«Mano nella mano» ha la casa dove seguire anziani e famiglie

L’edificio in cui ha sede ora «Mano nella mano» DIENNE FOTO
L’edificio in cui ha sede ora «Mano nella mano» DIENNE FOTO

Una nuova casa per l’associazione «Mano nella mano». Sarà inaugurata oggi, alle 16, nell’edificio che già ospita la sala civica. La nuova sede dell’associazione locale che si prende cura di anziani, in particolare di coloro che hanno problemi di memoria o che vivono in una condizione di solitudine, è stata messa a disposizione dal Comune. Lo spazio si trova al primo piano dell’edificio in via Capitello 35 ed è stato recentemente dotato di un ascensore che favorisce l’accesso ad anziani e a persone con disabilità. I volontari dell’associazione, guidata da Luigi Discorsi – che fino a ieri operavano al circolo Noi «San Lorenzo» – potranno ora usufruire di un locale più adeguato per dedicarsi agli anziani. «Abbiamo dotato la nuova sede di una carrozzina per favorire lo spostamento degli anziani dall’auto che li accompagna qui, fino all’ascensore, ed entro la fine dell’anno, nell’area esterna, saranno realizzati dei parcheggi dedicati», riferisce Discorsi, «inoltre è previsto anche un angolo caffè». «L’associazione resta in piedi grazie a una rete di volontari ai quali va un ringraziamento particolare per il tempo donato sotto diverse forme», aggiunge, «un artigiano ha realizzato i tavoli in legno su misura, altri hanno pitturato la stanza e una volontaria offrirà la torta per l’inaugurazione. Un grande grazie anche agli sponsor Arca Gas e Banca veronese che ci danno un importante sostegno insieme ad altre realtà». Uno dei servizi più importanti offerti dall’associazione è il «Progetto sollievo», attivo a Concamarise dal 2014, per il supporto ai malati di Alzheimer e ai loro familiari, attraverso attività volte al recupero delle capacità cognitive residue, favorendo momenti di aggregazione. Gli incontri sono il martedì dalle 16 alle 18, con attività di stimolazione cognitiva, e il mercoledì, dalle 15 alle 18, con la musicoterapia. Inoltre, ogni 15 giorni, è previsto il gruppo di mutuo aiuto che offre supporto psicologico ai familiari e a tutti coloro che ogni giorno si trovano a contatto con patologie di questo genere. Una preziosa «rete sociale», per i cittadini di Concamarise, ma disponibile anche per quelli che abitano nei comuni limitrofi, che mette in campo un team di 12 volontari formati e operatori specializzati. Quest’anno è prevista anche qualche novità, come l’avvio del corso «Renata e la piastrella dell’amicizia», dove si insegnerà l’arte del ricamo e come realizzare dei copri ginocchia di lana con i ferri, manufatti che poi saranno donati alla casa di riposo di Isola Rizza. Il nuovo corso, che inizierà il 25 settembre e si concluderà il 4 dicembre, è aperto a tutti e si terrà ogni mercoledì dalle ore 9.30 alle 11.30 nella nuova sede. Con ottobre, inizieranno le lezioni di pet therapy e anche un progetto regionale di socializzazione a sostegno dell’invecchiamento attivo. Tutte le attività proposte sono gratuite. Info, 344.2919781. •

L.M.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie