CHIUDI
CHIUDI

15.05.2019

Maltempo, grossi disagi Inizia la conta dei danni

Il salice piangente caduto a Sabbion di Cologna
Il salice piangente caduto a Sabbion di Cologna

È stato un fine settimana di intenso lavoro per la Protezione civile di Pressana e Cologna, a causa del violento nubifragio che nella tarda serata di sabato si è abbattuto, con violente raffiche di vento e grandine, nelle campagne e nei quartieri dei due paesi. I problemi più gravi si sono registrati a Pressana dove mezz'ora di acquazzone e tempesta di ghiaccio ha mandato in tilt il sistema di deflusso delle acque meteoriche, provocando allagamenti su strade e scantinati delle abitazioni, in particolare in via degli Alpini e via Divisione Ariete. La Protezione civile comunale, allertata dal Comune, è intervenuta con sei volontari nel centro di Caselle, completamente invaso dall'acqua, supportata dai volontari degli Alpini di Roveredo. Allagamenti si sono verificati anche in via Cadin, via San Francesco, via Piovega, via Carbon e via Ferrata. Le raffiche di vento hanno sradicato un abete secolare all'interno di villa Gaudio. A Cologna è caduto invece un salice piangente a Sabbion, invadendo parte della carreggiata della Provinciale. Anche in questo caso la Protezione civile ha liberato subito la strada. Si sono inoltre verificati problemi di intasamento delle caditoie in piazza Mazzini e nel quartiere a sud di via Roma.

P.B.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1