CHIUDI
CHIUDI

24.04.2019

Tre etti di eroina
negli slip, 30enne
in carcere

I carabinieri  del Nucleo operativo e Radiomobile di Legnago che hanno arrestato lo spacciatore
I carabinieri del Nucleo operativo e Radiomobile di Legnago che hanno arrestato lo spacciatore

Quasi tre etti di eroina pura, di elevata qualità, che una volta «tagliati» ed immessi sul mercato si sarebbero trasformati in almeno 2.300 dosi. Il tutto per un guadagno oscillante attorno ai 50mila euro. Bastano questi numeri per capire la portata dell’operazione anti-droga messa a punto all’antivigilia di Pasqua, a San Pietro di Morubio, dai carabinieri del Nucleo operativo e Radiomobile di Legnago.

 

CHASING THE DRAGON

Un’indagine durata alcune settimane, che è costata l’arresto a M.C., un trentenne di Legnago, domiciliato attualmente ad Urbana, nella Bassa padovana, che si trova ora rinchiuso nel carcere di Montorio. Ma non solo. Il sequestro effettuato dagli uomini del maresciallo maggiore Roberto Zanoli ha permesso, dato non trascurabile, di sferrare infatti un altro duro colpo allo spaccio e al consumo, tra i tossicodipendenti della zona, del più potente degli oppiacei. La stessa pericolosa sostanza che negli anni Ottanta, prima di venire soppiantata da ecstasy e cocaina, ha mietuto decine di vittime anche nel Veronese, sia per overdose che per malattie legate allo scambio di siringhe infetti. E che da qualche tempo è tornata prepotentemente in voga, specie tra i giovanissimi che preferiscono inalarle i fumi anziché iniettarsela in vena, secondo la variante definita dagli esperti «chasing the dragon» (inseguire il dragone) e chiamata semplicemente «cinese». Un consumo agevolato dal prezzo che, al contrario della coca riservata perlopiù ai «colletti bianchi» e al ceto abbiente, è a portata di tutte le tasche.

 

IL CONTROLLO

Il controllo - che ha confermato la centralità della pianura scaligera nel traffico di stupefacenti, soprattutto nei territori a ridosso della superstrada Transpolesana - è scattato, attorno alle 16.30, in una zona appartata del Comune di destra Adige. Non appena hanno notato sopraggiungere il 30enne, nullafacente e con precedenti di polizia, a bordo di una Citroen C3, intestata ad un suo amico, gli hanno intimato l’alt in via Fossalta. E ai carabinieri del Norm è bastato perquisirlo per trovare conferma ai forti sospetti, che li avevano indotti a monitorare i suoi spostamenti. M.C. nascondeva infatti in tasca un ovulo di hashish del peso di dieci grammi. Ma a mettere nei guai il trentenne legnaghese è stata soprattutto la droga che aveva occultato negli slip: due «sassi» di eroina, per un totale di 280 grammi, che con tutta probabilità aveva appena acquistato da un «grossista» della zona.

 

IN CARCERE

Di fronte a quel rinvenimento - che va ad aggiungersi ai 313 grammi di cocaina sequestrati solo il giorno prima, ad Isola Rizza, dalla Guardia di Finanza di Verona ad un 23enne marocchino residente a Roverchiara - i militari hanno esteso il controllo all’abitazione del giovane. Durante la perquisizione sono spuntati un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi. Al termine degli accertamenti al Comando dell’Arma di San Pietro, M.C., al quale è stato sequestrato anche il cellulare, è stato arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Quindi, su disposizione del magistrato di turno, la dottoressa Maria Diletta Schiaffino, il trentenne è stato trasferito in serata nel carcere di Montorio. Ieri mattina, il giovane è comparso davanti al gip Raffaele Ferraro, che ne ha convalidato l’arresto, confermandone la detenzione nella casa circondariale veronese. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Stefano Nicoli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1