CHIUDI
CHIUDI

16.05.2019

Quattro giorni dedicati alle fiabe nel segno de «Il piccolo principe»

Una vetrina addobbata a tema nella precedente edizione
Una vetrina addobbata a tema nella precedente edizione

Una fiaba che incanta i piccini, ma che piace da sempre anche agli adulti. È «Il piccolo principe» di Antoine de Saint-Exupéry, il secondo libro più letto al mondo dopo la Bibbia, che per quattro giorni, da oggi a domenica 19 maggio, sarà protagonista a Legnago della quinta edizione del Festival della fiaba. Per tutta la manifestazione, promossa dall’assessorato alla Cultura con la direzione artistica di Flavio Cortellazzi di Teatro Magro, la collaborazione di molte realtà associative del territorio ed il contributo di Fondazione Cariverona e di altri sponsor, l’intera città con i suoi cortili, le piazze, i musei e i teatri sarà coinvolta in quella che gli organizzatori definiscono «un’impresa collettiva»: un grande contenitore fatto di laboratori, spettacoli, conferenze, incontri con illustratori pluripremiati e personalità di rilievo del mondo culturale e letterario, performance live, mostre e installazioni. Oltre a godere del patrocinio di Regione, Provincia e Maggio Libri, il Festival, che prevede 31 eventi gratuiti ed adatti ad ogni fascia d’età, vede quest’anno un ulteriore ampliamento della rete istituzionale con l’ingresso dei Comuni di Angiari, San Pietro di Morubio, Gazzo, Cerea, Villa Bartolomea e Terrazzo. Anche le vetrine dei negozi saranno addobbate a tema, in una sorta di grande filo conduttore che accompagnerà chiunque si trovi a passare tra le vie del centro. «Abbiamo voluto dedicare questa edizione a “Il piccolo principe“», spiega Cortellazzi, «perché è una fiaba dall’approccio interessante. Attraverso questo esserino che arriva sulla terra da un asteroide e incontra adulti che si sono dimenticati di essere stati bambini, il racconto affronta temi delle vita complessi e profondi, come il senso dell’esistenza, il significato dell’amore, dell’amicizia, dell’addio, restituendoci anche il valore dell’immaginario: un elemento da riscoprire, in particolare in un'epoca come la nostra dove l’esposizione mediatica è portata al parossismo». Il Festival sarà inaugurato oggi, alle 17.30, nel cortile di villa Stopazzolo, da «Siamo tutti piccoli principi», curato da «Blablab». In concomitanza, Paolo Zardi, finalista al Premio Strega 2015, presenterà il libro «Ultrauomini», mentre nell’area espositiva sarà visitabile la mostra fotografica «Rosae rosis» di Sara Zamperlin. Alle 21, al teatro Salieri, andrà in scena «Il magico piccolo principe!», spettacolo per bambini e adulti di e con Bustric (Sergio Bini), accompagnato al pianoforte da Leonardo Brizzi. Tra gli eventi più attesi del Festival c’è il convegno «Un essere speciale» in programma sabato 18, dalle 9.30, alla biblioteca comunale di Porto. Interverranno la scrittrice e psicoterapeuta Maria Rita Parsi, Massimo De Nardo, responsabile editoriale di Rrose Sèlavy, Paola Dusi, docente di pedagogia all’Università di Verona, Walter Fochesato, coordinatore del mensile «Andersen», e Bruno Tognolini, scrittore e sceneggiatore, premio Andersen 2007. Sempre sabato, ma alle 21, in piazza Garibaldi, si terrà la serata dedicata agli illustratori con una speciale proiezione sul «palazzone» a cura di ZeroBeat e musica di Fiabanda. A partire dalle 22, l’associazione Astrofili guiderà un’osservazione dei corpi celesti. Domenica, dalle 15.30, in piazza Garibaldi, esibizione degli alunni di sette scuole primarie e performance itineranti di Teatro Magro per le vie del centro storico. Previsti diversi eventi continuativi alla libreria Ferrarin che ospita il planetario degli Astrofili (info allo 0442.20.741). •

E.P.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1