CHIUDI
CHIUDI

07.03.2020

Nuovi alberi e piante per 340mila

I primi alberi piantumati a Legnago in via Togliatti    DIENNE FOTO
I primi alberi piantumati a Legnago in via Togliatti DIENNE FOTO

Fabio Tomelleri Legnago sarà una città sempre più verde. La Giunta del sindaco Graziano Lorenzetti, infatti, ha deciso di rinnovare il proprio patrimonio di vegetazione con operazioni di riqualificazione nei 239 tra parchi, giardinetti ed aiuole. L’esecutivo, per il piano della manutenzione del verde pubblico legnaghese che copre una superficie complessiva di 900mila metri quadrati, pari a 131 campi da calcio, ha stanziato 340mila euro, ovvero 100mila euro in più rispetto allo scorso anno. Nel corso degli anni la voce del bilancio comunale relativa ai tagli dell’erba e alla sistemazione delle piante ornamentali è sempre stata una sorta di «cenerentola», soggetta a restrizioni. Il nuovo esecutivo a trazione leghista ha deciso di rimpinguare questo capitolo di spesa a salvaguardia del decoro urbano. «Per quel che concerne i lavori», evidenzia Luca Falamischia, assessore alle Manutenzioni, «abbiamo suddiviso l’appalto in due tranche. Per una parte di interventi, pari a 150mila euro, verrà scelta una cooperativa sociale. Per il restante importo, invece, verrà incaricata una ditta specializzata. «Al di là dei normali interventi», puntualizza Falamischia, «attraverso l’incremento delle risorse intendiamo rinnovare dove possibile la vegetazione». Alcuni interventi sono già iniziati. Come quello che, a Porto, ha interessato la sistemazione delle piante del parco accanto a piazza della Costituzione. «Oltre alle potature», rimarca l’assessore, «abbiamo chiesto alla società che gestisce i lampioni di potenziare l’illuminazione, per scoraggiare la presenza di malintenzionati. Un primo intervento manutentivo è stato effettuato al parco comunale di viale dei Tigli. Qui è già stato rimosso il platano malato di cancro colorato, segnalato lo scorso anno. Si lavorerà inoltre per avviare un progetto di reintegrazione di alcune essenze arboree. Per quel che concerne Casette, l’operazione «salva-verde», nelle scorse settimane, ha riguardato il parco vicino al centro commerciale Le Piramidi. Lungo entrambi i lati di via Togliatti sono state rimosse oltre una ventina di piante malate o già morte e sostituite con altre essenze. Lo stesso è stato fatto nella zona di via Aldo Moro. Questo non solo per motivi di decoro urbano ma anche di sicurezza, dal momento che venivano segnalati dai passanti rami spezzati precipitati a terra. «Con i fondi aggiuntivi», sottolinea l’assessore, «cercheremo di rinnovare le aree verdi delle frazioni. A Vangadizza sistemeremo il parco antistante la chiesa. Pure il cortile delle elementari dovrà essere sistemato, visto che vi sono dei rami di piante cresciuti troppo vicino alla facciata dell’edificio. A Casette verranno recuperate alcune fioriere di via Parallela vecchia». Falamischia riflette: «Troppe zone verdi, negli ultimi anni, sono state trascurate. Come le cordonate di molti marciapiedi cittadini, dov’è cresciuta l’erba tra le sconnessioni, danneggiando moltissimi percorsi pedonali, ora da rifare». •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie