CHIUDI
CHIUDI

15.10.2019

Mini discarica a Porto Bruciati chili di rifiuti

Il cumulo di rifiuti abbandonati e bruciati a Porto di Legnago
Il cumulo di rifiuti abbandonati e bruciati a Porto di Legnago

Hanno abbandonato centinaia di bottiglie, lattine ed altri scarti, molti dei quali perfettamente riciclabili, lungo l’argine dell’Adige, a Porto di Legnago. I «pendolari» dei rifiuti sono tornati in azione sulla sponda situata a sud del quartiere di sinistra Adige. Ignoti, probabilmente con l’ausilio di un camion visto che a terra sono rimaste le tracce degli pneumatici, hanno imboccato via Baracca, a valle del sottopasso della ferrovia Mantova-Monselice. Quindi, dopo aver percorso alcune centinaia di metri, hanno scelto un luogo isolato dove scaricare un ingente quantitativo di bottigliette ed involucri destinati ad alimenti e bevande. Per non lasciare tracce di eventuali scontrini, scatole di cartone o altri elementi in grado di smascherarli, i trasgressori hanno pure dato fuoco alla catasta di rifiuti. A scoprire la mini-discarica, che occupa una ventina di metri quadrati, sono stati, durante un abituale giro di perlustrazione, i volontari dell’associazione «Soccorso Ambientale» di Porto, guidati dal presidente Enzo Facchini. Lo stesso Facchini, subito dopo il rinvenimento, ha allertato sia la polizia locale del distretto «Basso Adige» che Sive, la società che si occupa della raccolta dei rifiuti in città. Gli agenti del comando di via Matteotti, a loro volta, hanno effettuato un sopralluogo, coordinati dal vice commissario Pietro Ballottin, ed hanno constatato la presenza di oltre 500 bottiglie e lattine vuote, destinate a contenere birra, vino e bibite, oltre a resti di involucri di plastica e di altro materiale carbonizzato, per un totale di 1,5 metri cubi di scarti, con un peso complessivo stimato in 200 chilogrammi. I vigili urbani hanno quindi sporto denuncia contro ignoti per lo scarico abusivo dei rifiuti, informando del rinvenimento il sindaco Graziano Lorenzetti, l’ufficio tecnico e la stessa Sive, che nei prossimi giorni provvederà a ripulire l’area. Altri abbandoni incontrollati di rifiuti, sia pure di minore entità, sono stati segnalati dai cittadini, durante l’ultima settimana, in varie zone della città. Il fenomeno ha colpito, in maniera particolare, Casette, San Pietro e Vangadizza. Nello stesso quartiere di Porto gli agenti sono intervenuti per rimuovere un vecchio materasso che era stato gettato, senza che nessuno se ne accorgesse, su una delle giostrine utilizzate da bimbi che frequentano con i loro genitori il parco nel cuore del rione. •

F.T.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1