CHIUDI
CHIUDI

19.09.2019

L’operaio stagionale era sparito il 12 agosto

Quello scoperto ieri mattina nelle campagne di Albaro potrebbe essere - il condizionale è ancora d’obbligo in attesa dei risultati dell’autopsia - il tragico epilogo di una scomparsa avvenuta cinque settimane fa e avvolta ancora da molti punti interrogativi. Costinel Monteanu era infatti sparito di punto in bianco dall’azienda agricola, che l’aveva appena riassunto per la seconda stagione, a due giorni dal suo arrivo in Italia. Senza dare alcuna giustificazione e senza che ce ne fosse, almeno all’apparenza, alcun motivo. Non c’era stato infatti alcun diverbio con il suo datore di lavoro e nemmeno con gli altri due operai con i quali divideva l’alloggio. Anche se appariva disorientato, smarrito e faceva discorsi senza senso. Tanto che Giovanni Trestini, titolare dell’azienda di via Gatelle, non vedendolo rientrare, si era prontamente allarmato e, assieme al nipote dell’uomo, ne aveva denunciato la scomparsa ai carabinieri della stazione cittadina. Scattarono così due giorni di febbrili ricerche nei campi circostanti la corte rurale, che impegnarono 10 vigili del fuoco del comando di Verona e del distaccamento di Caldiero, suddivisi in tre squadre. Con tanto di sala operativa mobile (Ucl) allestita nel cortile dell’azienda Trestini. E con il supporto di un elicottero del Nucleo volo dei loro colleghi di Venezia. Purtroppo, le perlustrazioni a terra e aeree non sortirono l’effetto sperato. Così come si rivelarono vane le indagini avviate dai carabinieri di Ronco che passarono al setaccio i filmati ripresi della telecamere collocate in paese e vagliarono il racconto di alcuni testimoni. Monteanu sembrava proprio essersi dissolto nel nulla. E non approdarono ad alcun risultato nemmeno i riscontri sulla segnalazione in base alla quale il 41enne sarebbe stato visto salire il giorno della sua sparizione su un pullman diretto a Verona. Tanto che le ricerche, coordinate dalla Prefettura, vennero sospese dopo Ferragosto. Gli inquirenti non scartarono alcuna pista: dalla fuga volontaria al malore fino al gesto estremo. Ed ora il rebus del cadavere che quasi sicuramente è quello del romeno, morto in circostanze ancora oscure.

STE.NI.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1