CHIUDI
CHIUDI

28.01.2020

Fondazione Salieri Il sindaco cala la terna

Il sindaco tra Riccardo Frattini (a sinistra)  e  Marco D’Agostino
Il sindaco tra Riccardo Frattini (a sinistra) e Marco D’Agostino

Una riconferma e due volti nuovi nel consiglio di indirizzo della Fondazione culturale Antonio Salieri. Ieri, il sindaco Graziano Lorenzetti ha rotto gli indugi e calato la terna di nomi, scelti tra le otto candidature pervenute, che nel prossimo triennio rappresenteranno il municipio nel consiglio di indirizzo dell’ente gestore della sala teatrale di via XX Settembre. Per le nomine Lorenzetti si è attenuto solo in parte al «Cencelli» legnaghese. Uno dei tre seggi, destinato in base agli accordi politici interni alla maggioranza alla civica «Lista Lorenzetti Sindaco», verrà infatti occupato dalla «quota rosa» indipendente Margherita Ferrari. La 70enne docente universitaria, autrice di pubblicazioni ed organizzatrice di eventi culturali, era già una componente uscente. La mancata nomina dell’ex candidato consigliere della civica del sindaco Roberto Bronuzzi, che ambiva addirittura alla presidenza del Salieri, è destinata ad acuire la già strisciante divisione interna alla «Lista Lorenzetti». Da una parte, difatti, vi è Bronuzzi stesso, il quale ha rivendicato nelle scorse settimane il ruolo di rappresentante politico della lista nelle trattative, supportato in questo da diversi componenti, tra cui il consigliere capogruppo Loris Bisighin. Sull’altro versante, invece, vi sono il vicesindaco Roberto Danieli, l’assessore al bilancio Daniela De Grandi, il consigliere Simone Tebon e Laura Spedaletti, la coordinatrice che Bronuzzi e colleghi hanno «sfiduciato» con una missiva sottoscritta da sette dei 15 candidati della civica. Come da pronostico, invece, Lorenzetti ha designato l’avvocato civilista e scrittore 54enne Riccardo Frattini, in quota a «Fratelli d’Italia». Il nonno del legale, Ettore Frattini, gestì la sala teatrale dal dopoguerra fino alla chiusura per ristrutturazione, negli anni ‘90. Il terzo decreto firmato dal sindaco riguarda il 47enne grafico pubblicitario Marco D’Agostino, ferrarese d’origine ma da 15 anni residente in città, già aspirante consigliere della lista «Scelgo Legnago» a supporto di Lorenzetti. «Per designare i tre consiglieri», ha precisato il primo cittadino, «ho dato più peso alle competenze rispetto all’appartenenza politica. I designati dovranno farsi promotori dei nostri indirizzi in materia di rilancio del teatro, manifestazioni e organizzazione interna». Sul futuro del Salieri, il sindaco ha auspicato: «La direzione artistica attuale dovrà assolutamente cambiare, mentre auspico la riconferma del residente uscente Gomiero». •

F.T.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie