CHIUDI
CHIUDI

30.06.2019

Bimba nata morta
Indagati 4 medici
Attesa l'autopsia

Carabinieri all'ospedale di Legnago
Carabinieri all'ospedale di Legnago

Quattro medici iscritti sul registro degli indagati. E l’incarico al medico legale Giovanna Del Balzo di eseguire l’autopsia sul corpicino di Delia, la bimba partorita morta all’ospedale di Legnago, nella notte tra il 25 e il 26 giugno scorsi, da una 31enne di Villa d’Adige (Rovigo) giunta alla trentaquattresima settimana di gravidanza (quindi quasi l'ottavo mese). I sospetti della coppia sono legati all'anestesia somministrata alla donna per curare un dente. Nei giorni precedenti, emerge dalla denuncia, la donna aveva assunto degli antibiotici.

Atti dovuti, disposti ieri dal pubblico ministero Marco Zenatelli, che venerdì aveva aperto un fascicolo contro ignoti sulla scorta della denuncia presentata dalla coppia ai carabinieri di Legnago dopo quel parto d’urgenza culminato in un lutto terribile. Sul corpicino della piccola Delia è stata disposta l'autopsia, che verrà effettuata martedì.

La donna e suo marito, di 40 anni,  sono entrambi originari della Romania ma da tempo residenti nella località rodigina ai confini con Castagnaro. 

S.N.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1