Albaredo

Ladri contorsionisti rubano televisori e formaggi al supermercato

.
Il buco nella porta del supermercato Eurospin di Albaredo
Il buco nella porta del supermercato Eurospin di Albaredo
Il buco nella porta del supermercato Eurospin di Albaredo
Il buco nella porta del supermercato Eurospin di Albaredo

Il supermercato «Eurospin» di Albaredo è finito nuovamente nel mirino dei ladri. A differenza però di quanto era accaduto nel dicembre del 2018, quando una banda di «manovali» lasciò il colpo a metà dopo aver demolito con un escavatore il portone e le pareti del magazzino, i malviventi sono riusciti a razziare confezioni di formaggio e tre televisori per un valore di circa mille euro. Tuttavia, anche questa volta, le modalità del furto, messo a segno ai danni del punto vendita di via Serega della nota catena di discount, sono comunque curiose e differiscono dalle tecniche usate abitualmente.

A svaligiare domenica pomeriggio il negozio affacciato sulla Provinciale 18, a pochi metri dalla rotonda che immette sulla Ronchesana, sono stati infatti dei ladri contorsionisti. Ossia banditi agili e con un fisico minuto al punto da riuscire a penetrare nel supermercato passando attraverso il foro, di poco più di un metro per lato, ricavato su una porta antipanico laterale, che non si sono nemmeno presi la briga di forzare.

Erano le 15.40 quando le sirene dell’antifurto a protezione del discount hanno rotto il silenzio di una giornata festiva in cui le serrande erano abbassate. L’allarme, collegato alla centrale operativa di un istituto di vigilanza privata, ha allertato le guardie giurate della Civis che si sono precipitate sul posto. Un intervento tempestivo che ha contribuito, con tutta probabilità, a limitare i danni. I ladri, dopo aver tagliato con un seghetto alternativo il pannello della porta, hanno raggiunto gli scaffali facendo scorta di formaggi ed impossessandosi di alcuni televisori. Un bottino che è stato quantificato solo l’indomani, dopo un attento inventario, in quanto da un primo controllo era sembrato che la banda si fosse dileguata a mani vuote senza toccare gli articoli esposta e nemmeno la cassaforte. All’arrivo del vigilante, che ha avvisato subito il 112 e la referente del punto vendita, i malviventi erano già riusciti a far perdere le loro tracce, forse passando dal retro per dare meno nell’occhio.

All’«Eurospin» è giunta anche una pattuglia dei carabinieri, che ha avviato le indagini per cercare di risalire agli autori del colpo. I quali non si sono limitati a tagliare la porta prima di darsela a gambe. A confermarlo è la denuncia presentata ieri mattina ai carabinieri della stazione di Ronco, competente per territorio, da un responsabile della catena di discount in base alla quale sarebbe sparita merce per circa mille euro. Un contributo utile ad incastrare i malviventi-contorsionisti potrebbe arrivare ai militari dalla visione dei filmati ripresi dalle telecamere presenti nella zona così come da eventuali impronte ed altri indizi recuperati nel supermercato.

Stefano Nicoli