CHIUDI
CHIUDI

02.10.2019

L’Arpav monitora la qualità dell’aria

Che aria si respira a Casaleone? Lo dirà l'Agenzia regionale per la protezione ambientale del Veneto (Arpav) che nei giorni scorsi ha dato il via alla seconda parte del monitoraggio sulla qualità dell'aria in paese. Il primo controllo della durata di 30 giorni si era tenuto a partire dallo scorso 10 aprile. Il mezzo mobile, posizionato in vicolo Pierre de Coubertin, in prossimità degli impianti sportivi, misurerà anche questa volta le concentrazioni di biossido di zolfo, ossidi di azoto, monossido di carbonio, ozono, benzene, particolato atmosferico Pm10, idrocarburi policiclici aromatici. Il monitoraggio durerà anche in questo caso 30 giorni. «L'obiettivo», spiega l'Arpav in una nota, «è quello di analizzare la qualità dell'aria nella zona residenziale del paese». La scelta di Casaleone, assieme al Comune di Selva di Progno, è avvenuta in maniera del tutto casuale. «É stato fatto un sorteggio ed è uscito il nostro paese», spiega il sindaco Andrea Gennari, «siamo curiosi di vedere quali saranno i dati rilevati dalle centraline dell’Arpav». I risultati del monitoraggio saranno pubblicati sul sito internet del municipio. «Attualmente», conclude Gennari, «facciamo riferimento alle centraline Arpav di Legnago». •

F.S.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1