CHIUDI
CHIUDI

11.11.2019

Incidente in moto,
ansia per il 16enne
ferito a Concamarise

Concamarise è sconvolto per il terribile incidente stradale di sabato sera verso la mezzanotte in via San Giovanni lungo la Provinciale 48 a Concamarise. Un ragazzo di 16 anni, R.B.residente nel piccolo centro della Bassa, è in gravissime condizioni nel reparto di rianimazione del Polo Confortini di Borgo Trento dopo essere stato investito da un’auto mentre stava tornando a casa con la sua moto.

E, a distanza di poco meno di 24 ore, emergono alcuni dettagli sulla dinamica: la moto del ragazzo, che proveniva da Bovolone verso Concamarise, per evitare di tamponare una Fiesta grigia che usciva da un locale dove si stava tenendo una festa di laurea, ha invaso la corsia opposta, scontrandosi frontalmente contro una seconda auto, una Lancia Delta, che si trovava in senso contrario di marcia. Secondo il primo racconto di testimoni che hanno assistito allo scontro, sembra che il conducente della Fiesta si sia immesso sulla provinciale senza accorgersi che stava arrivando la moto del ragazzo, il quale avrebbe improvvisamente sterzato sulla corsia opposta dove stava transitando la Lancia Delta. L’uomo alla guida della seconda auto non ha potuto fare a meno di investire il giovane centauro, finito sull’asfalto assieme alla sua moto che è stata schiacciata.

 

 

 

La Polizia Stradale di Legnago ha eseguito i primi rilievi e ha cercato di risalire al conducente della Fiesta per avere la sua versione dei fatti e che nel frattempo aveva fatto perdere le proprie tracce. Gli agenti hanno quindi chiesto a tutti i possibili testimoni di riferire il nome del conducente della Fiesta che poi alcuni ragazzi hanno contattato telefonicamente, dicendogli di tornare indietro per poter dare alla Stradale la sua testimonianza. Sembrerebbe che l’uomo, un giovane di Venera di Sanguinetto, non si sia accordo della moto che si è poi schiantata contro l’altra auto e si sia quindi diretto verso casa ignaro di quanto accaduto. Una versione, questa, che deve tuttavia essere attentamente verificata dalla Polizia Stradale.

Il giovane ferito, il più grande di quattro fratelli, frequenta un istituto scolastico della zona e sabato sera si era trovato con alcuni amici a Bovolone per poi decidere di rientrare non tardissimo a casa, come gli era stato chiesto dai genitori.

 

AGGIORNAMENTO 12/11: Indagato un 65enne, era ubriaco e si suppone abbia causato l'incidente

Riccardo Mirandola
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1