L'incidente di San Vito di Legnago

Il papà di Martina:
«Non ho più visto
la moto e ho capito»

L'incidente di San Vito di Legnago
Martina Medas
Martina Medas
Martina Medas
Martina Medas

 

«Ho sorpassato la bicicletta con la mia moto e ho pensato, speriamo che Francesco e Martina con la loro riescano ad evitarla. Pochi secondi dopo nello specchietto retrovisore la motocicletta non c’era, sono tornato indietro, avevo paura, ho trovato lui e mia figlia Martina riversi sull’asfalto».

È un ricordo che non potrà mai cancellare quello che Massimo Medas racconta all’indomani del terribile impatto avvenuto in via San Vito a Legnago. Nell’incidente ha perso la vita sua figlia Martina, 18 anni di Orti di Bonavigo, mentre il fidanzato Francesco Lorenzetti, 18 anni di Roverchiaretta, si trova ricoverato in prognosi riservata all’ospedale di Borgo Trento, in gravi condizioni.

Martina Medas con il fidanzatino Francesco LorenzettiMartina Medas FOTORIPRODUZIONE DIENNEIl logo della scuola listato a lutto
Martina Medas con il fidanzatino Francesco LorenzettiMartina Medas FOTORIPRODUZIONE DIENNEIl logo della scuola listato a lutto

 

Sulla moto di Massimo Medas c’era anche l’altra figlia, Michela, gemella di Martina, da allora sotto choc. «Eravamo andati a mangiare un gelato a Cerea», racconta l’uomo visibilmente scosso, «stavamo tornando a casa ma a causa dell’erba alta era impossibile vedere la bicicletta che si trovava sul ciglio della strada». Lui è riuscito ad evitare il ciclista, mentre l’impatto tra la Ktm guidata da Lorenzetti e la bici su cui si trovava G.D.A., 52 anni, residente a poche decine di metri dal punto dell’incidente, è stato devastante. 

 

I COMPAGNI DI CLASSE

Un nuovo, grande dolore per l’istituto Giuseppe Medici di Porto di Legnago. Il gravissimo incidente nel quale ha perso la vita la diciottenne Martina Medas, brillante studentessa della quarta C dell’Alberghiero (indirizzo sala), è un altro durissimo colpo per la scuola che appena cinque mesi fa, il 7 dicembre scorso, si era ritrovata a piangere Chiara Mercurio, allieva della seconda B del Socio-Sanitario residente a Ronco all’Adige, morta in un tragico schianto insieme alla sorella Francesca e al fidanzato di quest’ultima, Luca Verdolin.

I compagni di classe della giovane  ieri mattina, a poche ore dalla tragedia, oltre ad inondare di messaggi i loro gruppi chat hanno voluto collegarsi tutti in videolezione con alcuni docenti proprio per cercare un po’ di conforto. © RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Sul giornale in edicola oggi il ricordo di Martina di parenti e amici

Francesco Scuderi - Elisabetta Papa

Suggerimenti