Villa Bartolomea

Il paese piange la grande perdita della maestra Luisa

Luigina Valentini Boninsegna
Luigina Valentini Boninsegna
Luigina Valentini Boninsegna
Luigina Valentini Boninsegna

Una maestra preparata, attenta ai bisogni dei bambini, specie di quelli più in difficoltà. E moglie, madre e donna attiva nel volontariato. La ricordano così, a Villa Bartolomea (Verona), Luigina Valentini Boninsegna, per tutti la maestra Luisa, scomparsa ieri, a 72 anni, all’Hospice di Cologna, dov’era ricoverata per l’aggravarsi di una malattia scoperta a fine del 2019.

 

Molto apprezzata per la professionalità e per l’impegno come volontaria al doposcuola e in parrocchia, Valentini iniziò ad insegnare giovanissima alle elementari di Sanguinetto. Sposata con Giovanni Boninsegna, dal quale ha avuto i figli Marco, Gianluca e Andrea, approdò poi a quelle di Menà di Castagnaro dove rimase 20 anni. L’ultimo decennio lo trascorse nella scuola di Villa dove, anche dopo il pensionamento, aveva continuato ad occuparsi di bambini nel doposcuola, seguendo soprattutto alunni stranieri nell’apprendere l’italiano e nell’inserimento scolastico.

 

«Un impegno che ha portato avanti, così come alla Caritas», rivela il figlio Gianluca, «fino allo scorso anno, quando purtroppo la malattia ha iniziato a toglierle forze. La scuola è stata molto importante per lei: ricordava ancora nome e cognome di tutti gli alunni. Ha sempre sentito il bisogno di aiutare, soprattutto i bambini più indifesi». Di lei, Loretta Bertassello, ex dirigente scolastica, dice: «Era una bravissima insegnante, d’intelligenza sopra la media. Sapeva trattare ogni argomento, con generosità, umiltà e semplicità». «Valentini», dice il sindaco Andrea Tuzza, «ha dato molto alla nostra comunità. Ci stringiamo alla famiglia». I funerali saranno domani, alle 10, nella chiesa di San Bartolomeo.

Elisabetta Papa

Suggerimenti