Il concorso Bruno Tosi premierà la poesia

Ripreso lo scorso anno dopo sei anni di stop, anche quest’anno è stato indetto il Premio di poesia dialettale Bruno Tosi, a cura della Fondazione Fioroni. Per presentare le liriche c’è tempo fino all’11 luglio, mentre la cerimonia di premiazione si terrà il 4 settembre, alle 10.30, nel giardino di palazzo Fioroni. Il concorso, che ha 41 anni di vita, è organizzato in collaborazione con l’assessorato comunale alla Cultura, Pro Loco di Legnago e Consorzio Pro Loco del Basso Veronese. Segretario del premio è il poeta Enzo Saggioro, ex collaboratore della biblioteca Fioroni che molti anni fa, insieme al maestro Millo Egidati, scomparso nel 2018, si occupò di riorganizzare il concorso, fondato nel 1960 su impulso di Maria Fioroni, e portato poi avanti dal poeta Piero Mantovani. Anche nel bando del premio del 2022 sono previste due sezioni: una riservata agli studenti delle scuole superiori del Legnaghese, che in questo modo possono avvicinarsi alla conoscenza del dialetto, ed una aperta a tutti. I concorrenti dovranno inviare una poesia della lunghezza massima di 40 versi, a tema libero, allegando in busta chiusa il modulo scaricabile dal sito web della Fondazione Fioroni e dichiarando che la propria lirica «è inedita, e mai premiata o segnalata in questo e in altri concorsi». Gli elaborati dei compositori dovranno pervenire entro le 12 dell’11 luglio, tramite posta ordinaria o all’indirizzo di posta elettronica museo@fondazione-fioroni.it. Una giuria di esperti, guidata dal segretario Saggioro, selezionerà le poesie e individuerà i primi tre classificati di ogni sezione. È previsto anche un premio speciale intitolato allo scomparso poeta Giampaolo Feriani.•. E.P.