Frizioni alla Fondazione Fioroni Si dimette la vicepresidente Zanon

Mirella Zanon
Mirella Zanon

A poco più di un anno dall’insediamento del nuovo consiglio di amministrazione della Fondazione Fioroni, la vicepresidente Mirella Zanon si è dimessa dal suo incarico. Nella lettera di dimissioni, inviata già la scorsa estate al Cda dell’istituzione legnaghese, Zanon, docente di lettere all’Isiss Minghetti ed ex presidente della Fioroni, dal 2014 al maggio 2019, si limita a poche parole, spiegando che le ragioni della sua scelta si legano a motivi personali. Salvo poi ammettere che qualcosa, a suo parere, non è andato come doveva. «Lo Statuto della Fondazione», dice l’ex vicepresidente, nominata come consigliere nel nuovo Cda a maggio 2019 dall’ex sindaco Clara Scapin, «prevede la presenza di un consiglio nel quale, però, è venuta a mancare la collaborazione, elemento fondamentale in qualsiasi istituzione. Ragion per cui, non mi sono più sentita di continuare il mio impegno». Anche se nessuno alla Fioroni rivela altri particolari su quanto potrebbe essere accaduto negli ultimi mesi nel Cda - il presidente Luigi Tin ha preferito non rilasciare alcuna dichiarazione - dalle parole, non poi così velate, di Zanon emergerebbe che le ragioni delle dimissioni possano essere legate ad incomprensioni tra Zanon ed il nuovo Cda. Dove, sempre a detta dell’ex vicepresidente, non ci sarebbe stato confronto sulle decisioni da prendere. Intanto, alla Fioroni, si guarda già al futuro. Nei giorni scorsi, l’istituzione fondata da Maria Fioroni, di cui proprio quest’anno si celebrano i 50 anni dalla scomparsa, ha emanato un avviso pubblico per la copertura del posto rimasto vacante con le dimissioni di Zanon. Chi intende presentare la propria candidatura a consigliere dovrà inviare alla Fondazione un dettagliato curriculum vitae, entro e non oltre le 12 del prossimo 19 ottobre. In base all’articolo 6 dello Statuto, il Cda attualmente in carica dovrà predisporre, previa valutazione dei candidati e a suo insindacabile giudizio, un elenco di nominativi «rappresentativi delle attività culturali del territorio», da sottoporre all’amministrazione comunale per la scelta del consigliere per il quinquennio 2019-2024. Le proposte di candidature potranno essere depositate a mano al Fioroni o inoltrate per posta elettronica agli indirizzi segreteria@pec.fondazione-fioroni.it; oppure direttore@fondazione-fioroni.it. •

E.P.
# Sposta il focus sul parent