Il fidanzato della ragazza morta in moto il 10 maggio

Francesco si sveglia
La prima domanda:
«Dov’è Martina?»

Martina Medas con il fidanzatino Francesco LorenzettiMartina Medas FOTORIPRODUZIONE DIENNEIl logo della scuola listato a lutto
Martina Medas con il fidanzatino Francesco LorenzettiMartina Medas FOTORIPRODUZIONE DIENNEIl logo della scuola listato a lutto

Francesco si è svegliato, non ricorda nulla dell’incidente e chiede della fidanzata deceduta: «Dov’è Martina? Come sta?». Una sfida durissima attende il 18enne Francesco Lorenzetti, studente residente nel Comune di Roverchiara, scampato alla morte nell’incidente avvenuto la sera di domenica 10 maggio a San Vito di Legnago tra la moto che guidava e una bicicletta.

 

L’incidente stradale a San Vito di Legnago
L’incidente stradale a San Vito di Legnago

 

Con lui, seduta dietro al motociclo, c’era Martina Medas, 18 anni, residente a Orti di Bonavigo, la ragazza del giovane. Lei purtroppo non ce l’ha fatta. Le ferite riportate si sono rivelate troppo gravi. È spirata poco dopo il tragico scontro mentre Francesco veniva portato con l’elisoccorso di Verona Emergenza al Polo Confortini. Qui per quasi due settimane il giovane ha lottato tra la vita e la morte e vinto la sua prima battaglia. Ora lo attende un altro terribile scoglio.

 

Leggi anche
Otto tragedie sulle strade in soli 18 giorni

 

Leggi anche
La gemella di Martina: «Se ne è andata una parte di me, ora dormo nel suo letto»

Francesco Scuderi
# Sposta il focus sul parent